Varese

Varese, In Provincia Di Pietro su Pedemontana: non deve costare troppo

Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro

Si è da poco concluso l’incontro tra il Presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi, i Sindaci, gli amministratori e Antonio Di Pietro, Presidente di Società Autostrada Pedemontana Lombarda.

Oltre ai consiglieri provinciali Paolo Bertocchi e Marco Magrini, i sindaci presenti erano: Luigi Melis di Solbiate Olona; Federico Simonelli di Fagnano Olona, Samuele Astuti di Malnate, Giuseppe Licata di Lozza, Cristina Bertuletti di Gazzada Schianno, Cristina Galimberti di Buguggiate, Cristiano Citterio di Vedano Olona, Nicola Poliseno di Cassano Magnago, Gian Luigi Cartabia di Cislago e per Gorla Minore l’Assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Migliarino.

Durante l’incontro il Presidente della Provincia ha spiegato il lavoro fatto in collaborazione con le amministrazioni locali in questi mesi a proposito delle problematiche ancora aperte inerenti gli interventi di compensazione e mitigazione ambientale ancor da realizzare e al problema del pedaggiamento, mentre i Sindaci hanno affrontato insieme al Presidente Di Pietro le singole problematiche pertinenti ai rispettivi comuni.

Al termine dell’incontro Gunnar Vincenzi, Presidente della Provincia di Varese si è dichiarato «soddisfatto di questo incontro che ha da un lato evidenziato il ruolo di Provincia di Varese nel coordinare i Sindaci del territorio su un argomento così importante che vede al centro un’infrastruttura strategica per tutto il Varesotto. Un altro motivo di soddisfazione è dovuto alla presenza del Presidente Di Pietro, che in questo modo ha dimostrato di essere attento alle necessità dei nostri Amministratori e dei nostri comuni e di avere la volontà di risolvere le questioni ancora aperte.

Oggi, attorno al tavolo, con grande spirito propositivo e volontà di comprendere i problemi e trovare soluzioni c’erano tutti i sindaci, i quali hanno avuto modo, ognuno, di poter esporre problemi ed esigenze. Sul tema Pedemontana, già da qualche mese, Provincia di Varese si è mossa come dovrebbe fare in qualità di Ente di Area Vasta e sempre sulla questione continueremo a lavorare con questo metodo al fianco dei nostri amministratori e dei nostri cittadini. Pedemontana è un’infrastruttura importante, che attraversa un territorio produttivo come la provincia di Varese e affinché diventi un’autostrada utile occorre trovare quanto prima un equilibrio tra costi e utilizzo. Tutto questo per non avere nel prossimo futuro un’autostrada bellissima, ma inutilizzata».

Il Presidente Antonio Di Pietro al termine dell’incontro ha dichiarato: «E’ stato un incontro necessario e importante sia per noi di Pedemontana, sia per la Provincia e i Sindaci del territorio. Noi abbiamo avuto l’opportunità di focalizzare e schematizzare tutte le problematiche ancora aperte e le necessità dei comuni interessati da questa infrastruttura. I Sindaci hanno potuto prendere atto che tutto quello che si può fare lo stiamo portando avanti e i lavori sono pronti per essere realizzati.

Sono stato molto soddisfatto di aver potuto dialogare con la Provincia, i Sindaci e gli Amministratori locali così ho potuto spiegare con chiarezza i termini della situazione progettuale, esecutiva e finanziaria relativi all’opera. E’ chiaro che a questo punto serve un impegno comune di Società Autostrada Pedemontana Lombarda, Provincia di Varese, Sindaci, ma anche di Regione Lombardia e Governo, perché stiamo parlando di un’opera fondamentale per chi in questo territorio vive e lavora».

Il Presidente Di Pietro ha poi concluso con una riflessione relativa ai costi del pedaggio: «Questa autostrada dovrebbe essere utilizzata soprattutto da chi lavoro e quindi è chiaro che non deve costare troppo. Noi come Pedemontana abbiamo già ridotto del 30% il pedaggio e contiamo di strutturarlo meglio cercando di andare incontro alle esigenze di tutti coloro che la utilizzano per andare al lavoro».

20 ottobre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Varese, In Provincia Di Pietro su Pedemontana: non deve costare troppo

  1. Emiliano il 21 ottobre 2016, ore 13:18

    Ma che “c’azzecca” Di Pietro con le autostrade?

  2. Sara il 21 ottobre 2016, ore 18:50

    E’ stato ministro dei lavori pubblici DUE volte .
    Ha fatto una inchiesta epocale occupandosi di corruzione in lombardia .
    Mi pare che ne debba sapere parecchio

  3. marcello il 22 ottobre 2016, ore 13:42

    Emiliano @….. Di Pietro e’ stato una persona che con le sue azioni aveva acceso le speranze degli Italiani onesti che si sarebbe fatta piazza pulita di affaristi, politici corrotti, mazzettari di ogni genere e di ogni colore politico Cioe’ una Italia rinata piu’ giusta con una opportunita’ per tutti di fare carriera secondo le proprie capacita’Purtroppo sappiamo come e’ finita,ed ora siamo conciati peggio di 20 anni fa e’ stata una grande occasione perduta da tutti gli italiani.

  4. Emiliano il 24 ottobre 2016, ore 14:06

    Vero Marcello, ma con lorsignori poi il Di Pietro si è mischiato ben benino: infatti, eccoli lì accomodato in poltrona. Perchè non torna a fare ciò che lo rese “popolare”? Facciamoci due domandine giusto giusto…

Rispondi

 
 
kaiser jobs