Varese

Varese, Progetto Stazioni, 5 Stelle: ma i soldi dove sono?

stazioniVeniamo a sapere, direttamente dal sindaco Galimberti, che “Renzi finanzia il Progetto Stazioni di Varese”. Senza nulla togliere alla benevolenza del nostro Presidente del Consiglio, una considerazione, tra le altre, sorge spontanea.
Al congresso dell’A.N.C.I. ( Ass.Nazionale Comuni italiani ) tenutosi pochi giorni or sono a Bari, il nostro caro leader Matteo Renzi ha annunciato che con la Legge di Stabilità appena varata, verranno finanziati anche i “bandi per le periferie” per un totale ( il bando governativo non è stato modificato ) di 500 milioni di Euro nel 2016, a cui Varese ha partecipato presentando il proprio progetto di riqualificazione e ammodernamento del comparto Stazioni in città.
Il Sindaco Galimberti si è affrettato a specificare “…quindi verrà finanziato anche il progetto di riqualificazione delle stazioni di Varese, che abbiamo presentato ad agosto”.
La questione però non quadra, dato che praticamente tutti i comuni capoluogo hanno partecipato con proprie proposte per cui l’ammontare totale è ben superiore ai 500 milioni messi a disposizione dal Governo nel fondo dedicato ai “Bandi per le Periferie” per il 2017 (stima ipotetica di circa 2,1 miliardi).
Da verificare poi se la Legge di Stabilità sarà davvero accettata da Bruxelles, che pare invece intenzionata a rimandarla tra pochi giorni al mittente, si dice per “evidenti incongruenze e mancanza di coperture chiare”.
Renzi, in piena campagna referendaria, ha aggiunto alla lista delle promesse anche quella per cui tutti i progetti presentati saranno finanziati, ma la cosa non quadra : ben sappiamo che i progetti vincitori saranno valutati e si conosceranno, ufficialmente, non prima della fine di Novembre, come da bando stesso, come fa il nostro PdC a dire che saranno tutti validi e quindi finanziabili?
Caro Sindaco Galimberti, caro assessore Civati, vogliate allora cortesemente chiarirci una cosa, se è consentito chiedere : la proposta di progetto per il comparto Stazioni è stata approvata, come da bando, o oppure no?
Avete ricevuto in merito informazioni precise direttamente dal Premier o dal suo entourage, che giustificano la pubblicazione di un bando di gara per “progettazione preliminare”, da oltre 120000€ IVA esclusa?
In caso affermativo si tratterebbe di una palese dimostrazione di opacità procedurale nei confronti di tutti gli altri capoluoghi che han partecipato al bando con propri progetti, in caso negativo si tratterebbe di una azzardata comunicazione alla cittadinanza, senza ancora alcuna comunicazione ufficiale dalla Presidenza del Consiglio, promotrice del bando ( e l’opacità procedurale sarebbe ancora maggiore ). Oppure, più semplicemente, è stato solo un impegno di spesa già deciso, basato però su un tweet di un PdC famoso per le sue giravolte?
Vogliate accogliere un disinteressato consiglio, non è necessario assomigliare a Matteo Renzi, e alla sua ben nota “annuncite”.
Molto meglio essere seri e sinceri.
Gruppo attivisti Varese 5 Stelle

19 ottobre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Progetto Stazioni, 5 Stelle: ma i soldi dove sono?

  1. Cesare Chiericati il 21 ottobre 2016, ore 09:59

    Sulle stazioni un balletto di progetti, controprogetti e finanziamenti più o meno futuribili.Dal gigantismo completamente fuori scala delle prime ipotesi di unificazione ( più di un decennio fa) al treno in corsa del ” bando delle periferie” cui si è aggrappata la giunta Galimberti. La realtà è che tra un anno, un anno e mezzo al massimo con il completamento, finalmente, della bretella per la Svizzera e l’Europa – via Mendrisio – ci ritroveremo su una tratta internazionale con stazioni da terzo mondo, in particolare quella FS. Un minimo di decoro,di confort e di funzionalità dovranno pure essere garantiti a breve termine nell’attesa di tempi migliori che rischiano di diventare infiniti. Serve realismo, di libri dei sogni, svaniti, Varese ha la libreria stracolma.

Rispondi

 
 
kaiser jobs