Varese

Varese, Blitz del sindaco Galimberti contro la sosta selvaggia della movida

Il sindaco Galimberti nel corso del volantinaggio

Il sindaco Galimberti nel corso del volantinaggio

E’ partito da piazza Beccaria, poi via Luini, via dei Bersaglieri, viale Milano, il sindaco Galimberti, ieri sera, per volantinare contro sosta selvaggia. Insieme a lui, hanno partecipato a questo blitz gli assessori Civati, Dimaggio, Molinari, e il consigliere comunale Bortoluzzi. Tanti volantini sono stati lasciati sotto ai tergicristalli o sono stati consegnati agli automobilisti trovati in sosta vietata.

“Un’operazione di sensibilizzazione, un atto preventivo – spiega Galimberti – per ricordare che vanno rispettati gli spazi autorizzati per il parcheggio. Tra una settimana, nel weekend, oltre ai normali controlli, la Polizia locale sarà molto più severa”.

Lapidario il testo del volantino lasciato sulle auto che non parcheggiano negli spazi giusti: “Vivi la movida senza multe. In piazzale Kennedy 500 parcheggi ti aspettano”. Un volantino che suscita le reazioni più diverse: da chi guarda sindaco e assessori chiedendosi se siano vigili in borghese, chi inveisce contro “i soliti rompicoglioni”, chi infine ammette di avere sbagliato.

Un’azione fatta dal sindaco in prima persona che non si è mai vista prima. Vedremo se qualche effetto lo avrà sortito alla prossima movida, tra una settimana.

16 ottobre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Varese, Blitz del sindaco Galimberti contro la sosta selvaggia della movida

  1. marcello il 16 ottobre 2016, ore 20:35

    Veramente questo sindaco una ne fa cento ne pensa per stare alla ribalta dei midia. Francamente la cosa mi sembra ridicola, discriminatoria nei confronti di chi invece si e’ visto appioppare una multa per divieto di sosta

  2. enrico il 17 ottobre 2016, ore 11:50

    Sono stato a Varese sabato sera. E’ vergognoso in una città come Varese vedere macchine parcheggiate in modo totalmente anarchico di fronte all’Impero, in doppia fila ovunque, a Piazza della Motta, ragazzini che quasi fanno le sgommate in centro, auto su parcheggi per disabili o carico e scarico. Un’immagine triste di “lassismo” che in un qualsiasi paese europeo sarebbe inesistente. Come se la legge non esistesse, come se le istituzioni pubbliche fossero altrove, con ragazzi che fanno quello che vogliono. Dunque ben venga l’iniziativa del sindaco anche se penso e sono convinto che ci vogliano volanti della polizia in giro che controllino e diano si un bel po’ di multe. Sabato sera non ho visto in tutta Varese un’auto della polizia, polizia municipale, carabinieri. E poi vogliamo dirlo? Basta con questo avvisare la gente dei controlli. Fate come in Svizzera, Germania, Usa, Francia, dove la polizia si nasconde dietro i cespugli! Le persone si devono abituare a rispettare la legge in modo normale. No ha senso dire “domani ci saranno dei controlli” perché non si è mai visto “un ladro di polli che va a rubare quando viene avvertito”!

  3. Emiliano il 17 ottobre 2016, ore 13:30

    Non poteva presentarsi con un vigile, e multarli direttamente?

  4. marcello il 17 ottobre 2016, ore 16:01

    Bravo Enrico@@@@ ben detto sarai il primo ad essere preso in flagrante violazione

Rispondi

 
 
kaiser jobs