Ispra

Ispra, L’eurodeputata Lara Comi rilancia il ruolo del Ccr

Il Centro ricerche di Ispra

Il Centro ricerche di Ispra

“Anche in politica estera e di difesa l’Europa non ha più alibi: con il voto di oggi del Parlamento, l’Unione Europea dovrà assumersi maggiori responsabilità nel campo della sicurezza, garantendo la protezione dei propri cittadini e definendo una strategia comune attraverso obiettivi chiari e precisi, da perseguire senza alcun indugio”. Così dichiara Lara Comi, eurodeputato al Parlamento Europeo, vicepresidente del PPE e relatrice del parere dell’Unione Europea in materia di difesa, approvato a larga maggioranza in sede di Commissione per il Mercato Interno.

“Il Centro comune di ricerca (JRC) di Ispra dovrà essere trasformato in un polo comune tra tutti gli Stati membri per lo sviluppo di nuove tecnologie di difesa, divenendo catalizzatore di tutti i finanziamenti europei. Questo consentirà – continua Comi- una maggiore cooperazione nel settore degli appalti, così da evitare duplicazioni e spese inutili”.

“Una maggiore sicurezza dei cittadini potrà poi essere realizzata attraverso l’intensificazione delle sinergie tra sicurezza e difesa e le altre politiche dell’Unione con un rinnovato protagonismo delle attività di intelligence: penso in particolare -sottolinea Comi- ad approcci comuni su sicurezza delle frontiere esterne, tratta di esseri umani provenienti da paesi terzi, sicurezza informatica e dei controlli doganali. Una condivisione strutturale delle informazioni rilevanti per poter gestire al meglio crisi civili e militari è’ ormai fondamentale”.

“‘Non potrà infine mancare un’adeguata valorizzazione della ricerca: la capacità di innovazione delle impese del settore sarà strategica. Occorrera’ quindi incentivare ricerca e sviluppo con adeguati finanziamenti”.

“La vittoria di oggi è stato il frutto di un lavoro di squadra grazie al prezioso supporto del Ministro Roberta Pinotti e di tutte le aziende del settore, nonché di tutti i miei colleghi italiani con i quali abbiamo dato spesso dimostrazione che il Sistema Italia -conclude Comi- funziona bene”.

 

12 ottobre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs