Varese

Varese, Riorganizzazione macchina comunale, Galimberti: si parte dal 1° dicembre

comune vareseLa complessa riorganizzazione della macchina comunale di Palazzo Estense sta per tagliare il traguardo. Lo ha comunicato, questa mattina, al termine della riunione di giunta in Comune, il sindaco Davide Galimberti.

Il sindaco ha spiegato: ”Nella riunione di giunta appena conclusa abbiamo approvato le linee operative. Entro il 20 ottobre procederemo alla designazione e alla nomina dei dirigenti delle varie aree, con attribuzioni e nuove funzioni, oltre ad un bando di concorso interno per dipendenti della categoria D, che, entro il 30 novembre, consentirà  di attribuire le funzioni di capi attività. Dal primo dicembre, dunque – ha continuato Galimberti - sarà avviata la nuova macchina comunale”.

“Un risultato, quello di avere riorganizzato la macchina comunale – dice il sindaco – raggiunto dopo cinque mesi dal nostro insediamento a Palazzo Estense. Una riorganizzazione necessaria, ce n’era bisogno, considerato che l’ultimo intervento risaliva al 1998. Non un “ritocco” burocratico, ma un modo per rimotivare le risorse umane e valorizzare le eccellenze esistenti: insomma, un adempimento strategico”.

Infatti la riorganizzazione, spiega ancora il sindaco, “rende più rapida l’attuazione delle linee programmatiche del nostro mandato. Anche se nel frattempo sono state realizzate altre misure in favore della città”.

Tra le più grandi innovazioni, due nuovi uffici, uno che preside alla ricerca fondi e una centrale unica di committenza. Non solo: nella riorganizzazione sono contemplati diversi accorpamenti, come tra cultura e turismo, così come tra settore edilizio, commercio e sviluppo, ancora industria e lavori pubblici, e poi accorpamento di patrimonio e risorse (tributi e finanze).

Ma soprattutto, come ha sottolineato Galimberti, la rotazione dei dirigenti, un meccanismo teso ad eliminare eventuali fenomeni di corruzione.

11 ottobre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Varese, Riorganizzazione macchina comunale, Galimberti: si parte dal 1° dicembre

  1. Carlo il 11 ottobre 2016, ore 22:39

    Tutto bene ma vada anche a fondo del forte assenteismo tra i dipendenti comunali. Se il Comune di Varese fosse una ditta sarebbe già fallito con questo tasso di assenteismo.

  2. luigi svanni il 12 ottobre 2016, ore 11:18

    Buongiorno, spero poprio che il nostro sindaco riesca nel suo intento di riorganizzare la macchina pubblica (Busto A ha piu’ abitanti e metà dipendenti).
    Anche le sedi staccate contribuiscono ad aumentare i costi,
    E se tutto l’apparato comunale venisse trasferito a Masnago, compresi i Vigili Urbani?, in un solo stabile come avviene nell’industria privata.
    Nel privato una industria di pari dipendenti ha 4 dirigenti (dir. generale, direttore amministrativo, direttore tecnico, e direttore di produzione) naturalmente ogni direttore ha dei capi setore alle sue dipendenze (il comune non ha necessità produttive quindi anche questo dirigente non servirebbe)..
    Una ristrutturazione come sopra descritta comporterebbe una notevole riduzione di dirigenti, capi area e impiegati, migliori servizi ai cittadini e meno costi per tutti.
    Cordialità

  3. riccardo parlato il 12 ottobre 2016, ore 17:12

    Il sindaco ripristini il servizio delle Guardie Ecologiche che hanno sempre ben operato in favore dei cittadini La salvaguardia dei parchi e dei loro fruitori, cosi come per abbandoni rifiuti e controlli urbani Negli ultimi tempi i parchi in special modo sono in mano a persone che infastidiscono.

Rispondi

 
 
kaiser jobs