Varese

Varese, Federico Roncoroni presenta “La scommessa”, malizioso inedito di Piero Chiara

Federico Roncoroni allo Zamberletti di Varese

Federico Roncoroni allo Zamberletti di Varese

Cosa può accadere a scommettere sulla forza dei propri muscoli, anzi di un solo muscolo maschile? E’ ciò che racconta con la consueta pacata malizia e trasgressiva ironia lo scrittore Piero Chiara in un racconto inedito proprio dal titolo “La scommessa”, appena pubblicato in un aureo volumetto pubblicato da Francesco Nastro editore.

A curare questo inedito che risalirebbe al gennaio 1960, e a presentarlo al Caffè Zamberletti di Varese nella cornice del programma del Premio Chiara-Festival del Racconto, Federico Roncoroni, che per lo scrittore luinese è curatore dell’eredità letteraria. Roncoroni è intellettuale raffinato, scrittore e saggista, e ci regala in questo volumetto non solo il racconto di Chiara che riguarda un bel triangolo, composto da un ricco commerciante, un povero disoccupato e dalla di lui moglie, di professione stiratrice. Ma ci offre anche la riproduzione del manoscritto del racconto, introdotto (da par suo) dallo stesso Roncoroni. C’è da ringraziare anche il Premio Chiara che ha voluto questa pubblicazione per ricordare il trentesimo anniversario della morte dello scrittore.

Un raccontino dalla brevità e perfezione stilistica stupendi, che, come ha raccontato lo stesso Roncoroni, avrebbe dovuto aprire una sorta di Decamerone dei giorni nostri: anzi, Chiara lascia scritto come titolo complessivo della raccolta, che non ha mai visto la luce, “Il Boccaccino”. E ieri, alla presentazione del Premio Chiara, lo studioso ci ha svelato alcuni segreti dell’officina creativa del suo amico Chiara: la sua scrittura, all’apparenza semplice e fluente, era sempre il risultato di una laboriosa gestazione, fatta di correzioni e ripensamenti. Non solo: “Chiara – ha raccontato Roncoroni – amava raccontare agli amici i suoi racconti, seduto a cavalcioni di una sedia, esattamente come uno dei personaggi del racconto per vedere reazioni e raccogliere suggerimenti”.

A leggere alcuni brani – come sempre egregiamente – è stata l’attrice Sarah Maestri, ma questo piccolo diamante prezioso della produzione di Chiara merita una lettura privata, per gustare atmosfere e personaggi divertenti e originali. E farsi una risatina al termine della lettura, che di questi tempi, con questi scuri di luna, non è proprio cosa da sottovalutare.

9 ottobre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs