Varese

Varese, Torna la Balena bianca, Molinari: ancora attuali i valori della sinistra dc

Giorgio Merlo

Giorgio Merlo

Si è svolto ieri sera un colloquio al De Filippi di Varese organizzato da Fondazione e Associazione Popolari Varesini con la partecipazione di Giorgio Merlo sul suo libro “La sinistra sociale. Storia, testimonianze, eredità” (pubblicato da Studium), che Merlo ha scritto con Gianfranco Morgando. La serata dedicata a Carlo Donat Cattin e a Forze Nuove è la prima di un trittico sulla sinistra dc, che vedrà il 5 dicembre un incontro con lo storico Guido Formigoni su Aldo Moro e un incontro finale, tra febbraio e marzo, dedicato ad Albertino Marcora e la Base.

Ce ne parla un assessore della giunta Galimberti, Roberto Molinari, che a questa tradizione politica proviene e si richiama idealmente. “E’ un percorso di ricordo e di identità, anche un percorso che consente di cogliere i frutti di quella tradizione, oltre che ricostruire una storia importante per il Paese e per la città di Varese”, dice Molinari. “Abbiamo iniziato da Donat Cattin in quanto figura oggetto di un certo pregiudizio in quanto anticomunista, ma capace di impegnarsi per fare emergere i ceti popolari”.

“Certo, si tratta del recupero di una memoria storica che sembra distante anni luce – continua l’assessore ai Servizi sociali del Comune di Varese -. Ed è chiaro che le esperienze di cui trattiamo negli incontri che abbiamo organizzato oggi non sono riproducibili, né nel Pd, né fuori. Tuttavia valori e metodi sono elementi costitutivi dell’azione politica ancora oggi”.

Per quanto riguarda il Pd, inoltre, “le vicende della sinistra dc sono anche occasione per una riflessione in un momento in cui la comunicazione prevale su formazione, identità e valori. La politica – continua Molinari – è un continuo processo evolutivo, e oggi più che mai occorre cercare una mediazione tra comunicazione e formazione della nuova classe dirigente”.

 

 

8 ottobre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs