Varese

Varese, Seduta del Consiglio sul referendum? Bocciata la proposta leghista

ConsigliocomunaleTra i temi di più stringente attualità nel mondo politico, c’è sicuramente il referendum sulla riforma costituzionale voluta dal governo Renzi. Un evento che ieri sera è stato evocato nel corso della seduta del Consiglio comunale di Varese. A sollevarlo è stato il consigliere leghista Marco Pinti, che ha preso la parola in apertura della seduta chiedendo la parola e facendo girare una richiesta tra i banchi del Consiglio a caccia di firme.

Il consigliere leghista, ed ex segretario cittadino del Carroccio, Pinti ha chiesto di convocare “un Consiglio comunale ad hoc sul referendum”. Aggiunge: ”una seduta organizzata cercando di avere una grossa partecipazione dei cittadini”.

Una proposta subito bocciata dalla maggioranza. Interviene il pacato Andrea Bortoluzzi (Lista Davide Galimberti) per chiedere che, semmai, se proprio una seduta si volesse organizzare, meglio farlo nella Commissione sull’Area vasta, da lui presieduta. No secco anche da parte di Valerio Crugnola (Varese 2.0): “No, il Consiglio è competente su altri temi, temi amministrativi”. Tuttavia nessuna preclusione ad un confronto pubblico: “l’informazione tra la gente è scarsa”.

Interviene anche il capogruppo Pd, Luca Conte, che chiede a Pinti di ritirare la proposta: “No, il Consiglio comunale non è il luogo adatto per un confronto sul referendum. Poi il Consiglio ha dei costi”.

Il consigliere Pinti non la ritira, dice che la sua proposta, che fa girare tra i banchi, ha già ottenuto diverse firme e si dice deluso della reazione della maggioranza. Ma non c’è nulla da fare.

 

 

29 settembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs