Varese

Varese, La Notte dei Ricercatori, scopriamo la ricerca e le bellezze della città

La presentazione dell'iniziativa

La presentazione dell’iniziativa

Presentata all’Università dell’Insubria la manifestazione “Meet me Tonight“, ovvero La Notte dei ricercatori, in programma a Varese dal 30 settembre all’1 ottobre. Un modo per farsi conoscere in città, un’opportunità per avvicinare i cittadini alle attività dell’università. Un evento che coinvolge trecento città europee unite nel segno comune della divulgazione scientifica. Nella nostra provincia l’iniziativa è celebrata dall’Insubria (a Varese, a Como e a Busto Arsizio) e dal Liuc di Castellanza. Questa volta non c’è però un programma comune tra gli atenei, ma calendari e attività separati. Come spiega il rettore dell’Insubria, Alberto Coen Porisini, “c’è un problema di visibilità dell’ateneo nel territorio in cui opera. Un rapporto più stretto con la città frequentata dai suoi studenti”.

Un tema forte, al punto che, a fianco del rettore e della professoressa Marina Protasoni, da sempre coordinatrice dell’iniziativa, interviene anche il sindaco di Varese, Davide Galimberti, impegnato, insieme al rettore, in un dibattito che si terrà sabato 1 ottobre, alle ore 19, dal titolo “Varese città universitaria”: “Questa manifestazione – dichiara Galimberti – non solo valorizza la ricerca, ma anche la città. E’ una riflessione su come la città possa cogliere l’opportunità di diventare una città protagonista sul fronte del turismo e della cultura, un obiettivo fondamentale del mio mandato”. La città, ricorda il sindaco, sarà al centro di visite tenute da Ciceroni qualificati: “Iniziative che scopriranno le eccellenze presenti a Varese, che dovrà assumere un ruolo decisivo nel progetto sul Post-Expo, un ruolo per cui l’università svolgerà un ruolo centrale”.

La prima parte della manifestazione “La Città in Università” si svolge nella mattina di venerdì 30 settembre e vede la città, o meglio le scuole cittadine, spostarsi al Campus di Bizzozero, il quartier generale dell’Ateneo, per laboratori e iniziative dedicate ai bambini e ai ragazzi dalle scuole primarie in su. I ricercatori dell’Università degli Studi dell’Insubria mostreranno ai piccoli studenti le loro attività scientifiche in modo semplice e divertente, passando dagli ormai classici giochi con i numeri dell’InformaticaMagica, al nuovo laboratorio dei Baby RIS in azione, al Giro botanico nel Campus.

Il venerdì la giornata prosegue con due appuntamenti scientifici, alle ore 15 a Villa Toeplitz: il convegno su “I parchi urbani tra tutela, valorizzazione e opportunità sociali: l’idea di un green network per il rilancio del turismo a Varese Comune di Varese e Università dell’Insubria” e alla sera, ore 20.45 Aula Magna Università dell’Insubria, via Ravasi, 2, “Il Lupo e la Città” a cura di CAI Varese: il professor Adriano Martinoli, zoologo dell’Università dell’Insubria, racconterà quale legame vi sia fra la Città Giardino e il lupo, sfatando falsi miti e leggende.

La giornata di sabato 1° ottobre, viceversa, vedrà “L’Università in Città”: a partire dalle 15.00, Piazza Monte Grappa, cuore di Varese, ospiterà l’Angolo dello Sport, a cura di CUS  Insubria, e l’Angolo degli Esperimenti, gettonatissimo tra i piccoli visitatori che potranno – dietro la guida dei ricercatori dell’Insubria – eseguire in prima persona alcuni semplici esperimenti. Oltre agli stand dell’Università, saranno presenti stand del Joint Research Centre – JRC di Ispra.

Un altro appuntamento molto apprezzato nelle precedenti edizioni quest’anno raddoppia: ossia le visite guidate dai docenti universitari, alle 16 il professor Bruno Cerabolini, docente di Botanica, porterà i visitatori alla scoperta dei Giardini Estensi; alle 17.30, il professor Andrea Spiriti, docente di Storia dell’arte, e i suoi collaboratori cureranno la visita guidata al Battistero di San Vittore.

Essendo sabato, un aperitivo non può mancare, ma sarà un aperitivo ad alto tasso scientifico: con “Parola di Scienza” si terranno le tavole rotonde “Energia e Cibo” a cura del Joint Research Centre, (JRC) Ispra (ore 17.30); “La formazione del giurista a Varese nella prospettiva europea” professoressa Barbara Pozzo, Università dell’Insubria (18.00); “La Genetica del sesso” professor Francesco Acquati, Università dell’Insubria (18.30) e, infine, “Varese città universitaria” con il Sindaco di Varese, avvocato Davide Galimberti, e con il Magnifico Rettore dell’Università dell’Insubria, professor Alberto Coen Porisini.

Per concludere per l’evento finale, alle ore 20.45 a Villa Mirabello, Andrea Bellati presenta “Giants in Varese” una carrellata di personaggi storici che hanno fatto la cultura e la scienza a Varese nei secoli: da Salvatore Furia, fondatore del Centro Geofisico Prealpino, alla scrittrice Liala, passando per Scipione Riva Rocci, l’inventore dello sfigmomanometro che visse molti anni proprio a Varese.

Per consultare il programma della manifestazione: www.uninsubria.it.

 

 

22 settembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs