Varese

Varese, Ad AgriVarese la Caciotta della Solidarietà per aiutare i terremotati

Caciotte solidali targate Coldiretti

Caciotte solidali targate Coldiretti

La Caciotta della Solidarietà, fatta con il latte raccolto negli allevamenti terremotati del Centro Italia, arriva domani ad AgriVarese: un’importante segno di vicinanza alle imprese agricole per sostenere la ripresa delle attività e la loro ricostruzione.

A portarla nel cuore dell’importante e tradizionale fiera dell’agricoltura prealpina, che torna domani (domenica 18) nel centro storico di Varese, è la Coldiretti interprovinciale: l’intero incasso – spiegano dalle sede di via Piave – “sarà devoluto alle aziende agricole danneggiate dal sisma”. Il formaggio, riconoscibile dalla speciale etichetta “Aiutaci ad aiutarli” pesa 1,3 chili e sarà venduta al prezzo di 10 euro.

“Far vivere le stalle – spiegano Fernando Fiori e Raffaello Betti, presidente e direttore di Coldiretti Varese – significa far ripartire l’economia e l’occupazione e contrastare l’abbandono in un territorio dove l’agricoltura è fondamentale”.

Coldiretti Varese ha inoltre avviato una raccolta fondi a sostegno delle realtà colpite dal sisma: grazie alla solidarietà dei soci e delle imprese agricole prealpine già dopo pochi giorni sono stati raccolti e destinati alle aree colpite dal terremoto già 1500 euro, e le iniziative sono proseguite anche nei giorni seguenti, coinvolgendo anche gli agriturismi che hanno preparato in più occasioni l’Amatriciana solidale. Possono altresì fare una donazione anche i cittadini, recandosi presso gli uffici di Coldiretti in via Piave o presso i Mercati di Campagna Amica che si svolgono nel capoluogo e in provincia.

Ad AgriVarese 2016 saranno protagonisti tutti i settori dell’agricoltura prealpina e, con essi, decine di imprese agricole associate alla Coldiretti che operano sul territorio: dai formaggi vaccini e di capra, al miele, ai salami, ai fiori, al vino: “Un’agricoltura di alto profilo che ha saputo raccontarsi al pubblico di ogni età, con particolare riguardo alle famiglie: tante sono state infatti le iniziative in programma, dalle dimostrazioni di smielatura, alle sfilate con le bovine da latte e le razze equine, alle passeggiate in sella, agli show-cooking con i prodotti del territorio”.

Si è reduci da un’edizione di grandi numeri, quella 2015: “L’evento promosso da PromoVarese insieme alla Camera è ormai un consolidato punto d’attrattiva: l’importante rassegna coinvolgerà anche quest’anno decine di migliaia di persone, in arrivo da ogni angolo della regione, ma anche dalla Germania e dai vicini cantoni Ticino e Grigionese”.

Come detto, i prodotti protagonisti saranno molti e di marcata tipicità: dalla Formaggella del Luinese a tutti gli altri formaggi della fascia prealpina, il miele e il salame prealpino, insaccati e ancora yogurt, gelati, composte, birra, vino, olio, pane e grissini, liquori e grappe, ma il gelato, compreso quello di capra. E poi frutta e confetture, piantine di timo, fragole, borracina, erba pignola.

17 settembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs