Varese

Varese, L’amatriciana per Amatrice, iniziativa non stop organizzata da Aime

Gli organizzatori con il sindaco Galimberti

Gli organizzatori con il sindaco Galimberti

Tra le numerose iniziative che si svolgeranno domenica 18 settembre a Varese, anche quella dal titolo “L’amatriciana per Amatrice” organizzata da Aime in collaborazione con il Comune di Varese. Nella centralissima piazza San Vittore, non stop dalle ore 11 alle ore 21, saranno serviti un  piatto di amatriciana e un hamburger di trota. Il ricavato di questa iniziativa andrà alle popolazioni colpite dal terremoto.

Un evento che è stato presentato questa mattina a Palazzo Estense alla presenza del sindaco Davide Galimberti. “Sono convinto che la nostra città è pronta a manifestazioni solidali come questa. La città, che all’apparenza sembra fredda, alla prova della solidarietà risponde egregiamente. Le grandi sfide si vincono insieme”.

La manifestazione è stata illustrata dal direttore di Aime, Gianni Lucchina, che ha sottolineato come l’evento dedicato alla pizza presso la Fiera di Varese, questa iniziativa vuole contribuire ad aiutare le popolazioni vittime del sisma. Tanti collaboreranno: oltre 100 volontari, gli studenti dell’Istituto De Filippi e del Centro di formazione professionale di Varese, ma anche 15 profughi ospitati in città.

Importante il contributo anche della Fantinato Group, rappresentata da Giancarlo Pignone, direttore commerciale, che ha sottolineato la “vocazione solidale” del gruppo. Infine è intervenuto il presidente di Aime, De Falco, come ha ricordato che il ricavato dell’iniziativa sulla pizza e quello dell’amatriciana in piazza San Vittore verrà offerto alla diocesi di Rieti, impegnata in un progetto di salvaguardia e recupero storico e culturale nelle zone terremotate.

14 settembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs