Varese

Varese, Nuova illuminazione alla Cappella delle Beate al Sacro Monte

Il reliquiario del Santuario al Sacro Monte di Varese
Il reliquiario del Santuario al Sacro Monte di Varese

Una iniziativa culturale non fine a sé stessa, ma trasformata in risorsa e cura del patrimonio storico-artistico locale. E’ andata a buon fine l’iniziativa benefica di raccolta fondi associata alla mostra fotografica di Isella Bellotti “Orsi ed altre storie del Grande Nord” che Beautiful Varese International Association ha organizzato nel mese di agosto presso lo spazio espositivo Camponovo al Sacro Monte di Varese.

La nota fotografa luinese aveva donato all’Associazione Beautiful Varese tutte le fotografie ed i manifesti in esposizione, con l’espresso desiderio che fosse realizzato un fine benefico. Dopo un incontro con l’arciprete della Parrocchia di Santa Maria del Monte, mons. Erminio Villa, ci si era posti l’obiettivo di provvedere alla sostituzione del vecchio impianto di illuminazione del reliquiario collocato nella Cappella delle Beate nel Santuario, che ospita le spoglie delle Beate Caterina da Pallanza e della Beata Giuliana da Verghera. L’obiettivo è stato raggiunto l’ultimo giorno di apertura della mostra, domenica scorsa, e l’Associazione ha già devoluto a mons. Villa l’importo necessario per i lavori.

Con l’illuminazione delle teche nella Cappella delle Beate sarà più intenso e coinvolgente il percorso di devozione serale dei tantissimi pellegrini che giungono a Sacro Monte per la Messa delle 20.30. La Cappella delle Beate, eretta nel 1671 mediante un ampliamento laterale a sud della navata centrale del chiesa di Santa Maria del Monte, si distingue per il maestoso reliquiario posto sopra “l’altare privilegiato tutti i giorni” contenente i corpi delle due Beate fondatrici del Monastero, per la volta a botte completamente affrescata dal milanese Antonio Busca, autore anche dei dipinti alla Decima Cappella, e per le finestre in vetro colorato legato a piombo con le immagini di Sant’Ambrogio, Sant’Agostino e San Carlo. Sul fondo della Cappella un piccolo soppalco sospeso permette alle Romite Ambrosiane di giungervi direttamente dal Monastero e pregare le reliquie delle fondatrici attraverso una grata, senza interrompere la regola della clausura.

“E’ negli scopi della nostra Associazione culturale valorizzare la storia e l’arte del territorio, ma soprattutto i luoghi e le comunità, attraverso iniziative di condivisione che lascino un segno tangibile del nostro impegno. La Cappella con le reliquie delle Beate è il cuore del sistema monastico di Santa Maria del Monte, a pochi passi dal Camponovo, luogo dove svolgiamo il nostro programma culturale nell’anno del Giubileo. Grazie alla generosità della signora Bellotti siamo riusciti a trasformare una iniziativa culturale in risorsa concreta utile alla conservazione e miglior fruizione del patrimonio storico-artistico locale”, ha sottolineato Carla Tocchetti, presidente di Beautiful Varese. “Molti i visitatori stranieri al Camponovo, che hanno raccolto la sfida di realizzare un obiettivo utile alla comunità locale, lasciando una offerta e portandosi a casa una splendida fotografia della signora Bellotti.”

23 agosto 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs