Varese

Varese, Unioni civili, Arcigay elogia l’amministrazione del capoluogo

Giovanni Boschini

Giovanni Boschini

Sono state le prime ieri all’Ospedale di Circolo: due donne hanno celebrato la loro unione civile in una cerimonia celebrata dal sindaco Davide Galimberti. Altre coppie seguiranno: il 17 settembre celebreranno la propria unione civile a Tradate anche Simona Rosy, e ancora sarà il turno di Luca Davide il 22 ottobre a Varese, mentre il 20 gennaio toccherà a Igor Gianluca a Casciago. A Saronno un’altra coppia ha fatto domanda.

Sono decine le coppie che si sono rivolte alla nostra associazione per chiedere informazioni sulle unioni civili e altrettante quelle che si sono rivolte agli uffici di stato civile della Provincia per prenotare una unione civile.
“Ormai quasi tutti i comuni del Varesotto sono pronti per celebrare le unioni nonostante la paventata obiezione di coscienza da parte di alcuni sindaci di comuni della zona che, ricordiamo, non è prevista nel decreto legislativo. I sindaci potranno, al massimo, delegare a qualcun’altro la celebrazione” – spiega Giovanni Boschini, presidente di Arcigay Varese – “Diversi comuni hanno pubblicato sul proprio sito istituzionale tutte le istruzioni o sezioni dedicate, anche quelli più piccoli, come ad esempio Azzio, Azzate, Besano o Biandronno, che spiegano come contrarre un’unione civile, una convivenza di fatto o come trascrivere il matrimonio celebrato all’estero”.
L’associazione esprime le proprie felicitazioni per tutte le coppie rimanendo a disposizione per qualunque dubbio o problema dovesse sorgere.

17 agosto 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs