Varese

Varese, Galimberti parla delle nomine alle municipalizzate. Azzali ad Aspem Spa?

La conferenza stampa dopp-giunta

La conferenza stampa dopp-giunta

Nella conferenza stampa del dopo-giunta di oggi, il sindaco Davide Galimberti è tornato sulle nomine dei vertici delle municipalizzate di Varese. Nomine che sono state varate con tempi stretti, e che il primo cittadino ha presentato davanti ai giornalisti.

“Abbiamo deciso i vertici delle municipalizzate controllate dal Comune cinque giorni dopo la scadenza per la presentazione delle candidature. Un fatto che penso sia la prima volta che accade”, ha dichiarato il sindaco. Una nomina fatta a tempo di record, ma non prima di una lettura dei curricula giunti in Comune: “Vi racconto come è andata – ha proseguito Galimberti -. Ho letto i curricula, una quarantina per ogni società, e per quanto riguarda i presidenti di Avt e Aspem Reti sono rimasto colpito dalle informazioni contenute”.

Galimberti si riferisce al nuovo presidente di Avt, Franco Taddei, e al nuovo amministratore unico di Aspem Reti Spa, Alfonso Minonzio. “Al di là delle scelte politiche passate (si riferisce alla militanza forzista di Taddei, ndr.) la scelta che abbiamo fatto conferma come siamo stati guidati dalla presenza di competenza e capacità, decisive in società di servizi pubblici a cui il Comune attribuisce una funzione strategica”.

Dunque, la prossima nomina che sarà varata sarà quella decisiva del vertice di Aspem Spa. Da qualche giorno sta girando il nome di Sandro Azzali, già capogruppo Ds in Consiglio comunale e figura di sinistra di alta statura morale. Si tratta al momento di rumors che potrebbero essere confermati o smentiti nelle prossime ore.

 

2 agosto 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Galimberti parla delle nomine alle municipalizzate. Azzali ad Aspem Spa?

  1. carlo scardeoni il 2 agosto 2016, ore 16:17

    Una quarantina di curricula e, guarda caso, i nomi scelti sono: uno ex di Forza Italia Taddei e uno dell’Udc Minonzio, il nuovo che avanza. Ora per Aspem sarà senza dubbio uno del Pd altrimenti potrebbero innervosirsi.

Rispondi

 
 
kaiser jobs