Varese

Varese, Cgil, Cisl e Uil condannano l’orribile strage di Nizza

sindacati1Cgil Cisl Uil territoriali condannano totalmente l’orribile e vile attentato terroristico che ha sconvolto Nizza e l’intera Europa. Esprimono dolore per le vittime, cordoglio ai familiari, solidarietà e vicinanza ai cittadini di Nizza e a tutto il popolo francese.

Occorre dare una ferma risposta contro qualsiasi forma di terrorismo che vuole minare i principi di democrazia e libertà.

Per questo è altresì necessario che il Sindacato unitariamente, anche nel territorio di Varese, si mobiliti contro violenza, fanatismo e terrorismo, promuovendo nei luoghi di lavoro e nel territorio momenti di confronto per riaffermare i valori della pace, della democrazia, della libertà e della convivenza civile tra i popoli.

Cgil Varese – Cisl dei Laghi – Uil Varese

U. Colombo – R. Pagano – A. Massafra

15 luglio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Varese, Cgil, Cisl e Uil condannano l’orribile strage di Nizza

  1. Demetrio Serraglia il 15 luglio 2016, ore 15:41

    Vorrei sapere perchè il prode sindacato (che dovrebbe difendere i lavoratori, ma è più interessato alla difesa dei presunti profughi) non ha in modo chiaro detto che quello avvenuto a Nizza è un atto terroristico di matrice islamica? Hanno forse paura di perdere qualche iscritto, o forse perchè anche a loro fa comodo partecipare alle gestione economica derivante dall’accoglienza dei cosiddetti profughi?
    Sarebbe utile dare nome e cognome a ciò che avviene, evidenziare chi sono i mandanti e chi sono gli esecutori, e non cadere in un pietismo autodistruttivo.
    La convivenza a cui i sindacalisti fanno appello deve essere basata sulla reciprocità, e sul rispetto da parte di tutti dei doveri che impone il vivere un determinato territorio.
    Quello che sta colpendo l’europa, e non solo, è terrorismo islamico…..e non terrorismo senza nome.

  2. Lester il 15 luglio 2016, ore 21:33

    Pace Demetrio ! Niente odio !

  3. lester il 15 luglio 2016, ore 22:10

    Pace! Niente odio caro Demetrio!

  4. Emiliano il 19 luglio 2016, ore 13:22

    Chiedere “pace” a chi ha espresso un chiaro e risentito messaggio verso chi, in parte, è dentro fino al collo e perfetto complice di quello che sta accadendo in Europa mi sembra una battuta davvero surreale.
    A chi semina morte indisturbato e utilizzando metodi “infami” invece non si chiede “pace” e nemmeno lo si nomina per non infastidirlo.

    Per il resto il comunicato della “triplice” è inutile, sterile e retorico, come sempre del resto.

Rispondi

 
 
kaiser jobs