Varese

Varese, Prima giunta targata Galimberti: “Le dieci delibere? Sono solo l’antipasto”

Un'immagine della prima riunione della giunta Galimberti

Un’immagine della prima riunione della giunta Galimberti

E’ durata un paio d’ore la prima riunione della giunta Galimberti a Palazzo Estense. Un momento molto atteso, punto fermo politico e programmatico del nuovo sindaco e della nuova giunta, nata proprio sull’onda lunga di un programma presentato in campagna elettorale ed efficacemente sintetizzato nelle dieci delibere che oggi sono state approvate dalla giunta, alla presenza, peraltro, del segretario generale Tramontana e dei dirigenti del Comune di Varese.

Al termine della riunione, in Sala Matrimoni, il sindaco e otto assessori della giunta (era assente il nono assessore, Roberto Cecchi, assessore a Cultura e Turismo) hanno incontrato i giornalisti in un appuntamento “dopo-giunta” che potrebbe diventare fisso. Si ipotizza però di svolgere le riunioni di giunta al mattino, forse, come già in passato, di martedì.

In conferenza stampa è stato il sindaco Davide Galimberti a riassumere le dieci delibere, un corposo materiale che, come ha detto Galimberti, “saranno portate all’attenzione del Consiglio comunale al momento in cui, nella prossima seduta del 21 luglio, saranno esposte le linee programmatiche di questa amministrazione”. Un Consiglio che, ha proseguito il neo-sindaco, non segnerà la fine dei lavori per la pausa estiva: “Sì, lavoreremo anche nel mese di agosto, tranne una piccola pausa”.

Così il sindaco Galimberti ripercorre le dieci delibere all’ordine del giorno della prima riunione di giunta.

Sosta. Confermata la cancellazione il pagamento della sosta notturna e quella della pausa pranzo in alcune vie centrali della città. A carico di Avt rimodulare e ammodernare il sistema dei pagamenti. Un adeguamento dei parcometri che porterà questa delibera ad essere operativa non prima del 6-7 agosto. Accantonato al momento il bonus per i primi trenta minuti gratis.

Uscita autostrada in città. La famosa uscita dell’autostrada in Largo Flaiano sarà, come dice il sindaco “riqualificata”, con un progetto, a cura degli uffici comunali, da mandare al Cipe entro l’1 aprile 2017.

Pgt. Passata la variante generale al Pgt, con tre punti fermi, scanditi dal sindaco: revisione effettuata con risorse interne, un processo di massimo 12 mesi, impegno sulle aree d riqualificare senza consumo di suolo. Un punto su cui prende la parola anche l’assessore alla partita, Andrea Civati; “C’è stato uno scarso ricorso al riuso e alla ristrutturazione del patrimonio esistente per gli alti costi a carico dell’operatore. E poi noi siamo davanti ad uno strumento farraginoso, da semplificare, con il massimo coinvolgimento della città, dagli ordini professionali alle associazioni”. Tuttavia, “non butteremo via tutto ciò che è stato fatto – dice Civati -, ma valuteremo caso per caso”.

Stop definitivo parcheggio Prima Cappella. Stop definitivo al progetto, ha ricordato Galimberti, “revocando tutti gli atti relativi”. Un dietrofront costoso e a rischio di cause intentate dalle società costruttrici? “Non ci saranno penali – rimarca il sindaco -, non ci sarà nessun costo”. Parla anche il vicesindaco Daniele Zanzi: “Mi sono soprattutto stupito di fronte al fatto di come sia stato semplice chiudere un progetto che si trascinava da due anni”.

Fondo anticrisi. Istituzione di un fondo per venire incontro alle famiglie in difficoltà “rispondendo a problemi e domande di tanti che, nei giorni di ricevimento, incontro in Comune”, dice il sindaco.

Doposcuola per tutti. “Confermo anche la scelta di garantire a tutti i bambini il doposcuola”, spiega Galimberti. Qui il sindaco parla di una sperimentazione legata al coinvolgimento di volontariato e associazioni genitori. “Una sperimentazione che potremo utilizzare anche in altri settori”.

Più vigili in strada. “Confermo anche l’utilizzo di personale tecnico-amministrativo del Comune – dichiara il sindaco – nel disbrigo di pratiche al posto di agenti della Polizia locale, che potranno tornare in strada”.  ”Due vigili in strada ci sono già – continua Galimberti -: quelli che finora accompagnavano il sindaco. Io vado da solo e con la mia auto o con i mezzi pubblici”.

Più partecipazione e trasparenza. Passa anche una delibera per rilanciare la partecipazione e per introdurre più trasparenza con il codice etico.

Più vicino alle imprese. Una delibera chiede di semplificare e sburocratizzare gli adempimenti per le imprese. “L’autostrada per chi vuole investire sul nostro territorio”.

Capitale europea dello sport. Candidatura di Varese a capitale europea dello sport. “Un modo per fare conoscere Varese e per investire sugli impianti sportivi”.

 

13 luglio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs