Varese

Varese, L’Accademia del gusto si farà? Ieri sera primo incontro tra Marchesi e Galimberti

Il sindaco Galimberti con lo chef internazionale

Il sindaco Galimberti con lo chef internazionale

Serata finale, ai Giardini, della rassegna “Gustando il Cinema”, ideata e curata dall’Associazione culturale 3elle e diretta da Sarah Maestri. Serata di premi, di interviste, di Bernascone d’argento alla carriera. Una seconda edizione, quella di quest’anno, più sobria, ma al tempo stesso capace di riassorbire qualche elemento folcloristico eccessivo della prima edizione.

Sul palco dei Giardini è stata la stessa Sarah Maestri a condurre la serata. Dopo il Bernascone assegnato alla carriera dell’attore Lando Buzzanca, ieri sera ne è stato assegnato uno allo chef Gualtiero Marchesi, che è salito sul palco a parlare della sua cucina, di piatti semplici ed eleganti, di attenzione a tutto ciò che nel mondo ci parla di arte e cucina. Un riconoscimento che è stato consegnato dal sindaco Davide Galimberti.

Per un paio di volte, nel corso della breve intervista sul palco, Marchesi ha fatto cenno al progetto dell’Accademia del gusto a Villa Mylius, un progetto lanciato dalla precedente amministrazione di centrodestra. Il maestro si è spinto anche ad identificare i tempi della realizzazione del progetto: “Speriamo di condurla in porto in un paio d’anni”. Un progetto che, quando era stato illustrato dalla precedente giunta, aveva sollevato alcune perplessità, soprattutto da esponenti che, allora all’opposizione, si trovano oggi al governo della città. Soprattutto Luca Conte, ora capogruppo del principale partito di maggioranza, il Pd. Più volte Conte aveva chiesto lumi sul progetto e sui suoi contenuti, senza mai riceverne risposte esaustive.

“Vedremo… – ha dichiarato ieri sera, laconico, il nuovo sindaco Davide Galimberti, interpellato a margine della serata di “Gustando il Cinema” -. E’ uno dei progetti che ancora non siamo riusciti ad analizzare”. Comunque ieri sera, a fianco della tensostruttura, Galimberti si è intrattenuto a parlare per alcuni minuti con  il vicepresidente della Fondazione, Enrico Dandolo, forse l’inizio di un approfondimento che vedremo proseguire nei prossimi mesi. Comunque, al momento, il nuovo primo cittadino è apparso molto prudente sul progetto.

Due i corti sulla cucina che sono stati premiati: Nicola Piovesan, La patata azzurra, Italia e Pier Luca Di Pasquale, Hey muso giallo, Italia.

 

10 luglio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs