Varese

Varese, La giunta di Davide Galimberti: alla cultura un uomo Fai

comune di VareseCome aveva promesso in campagna elettorale, pochi giorni ed ecco fatta la giunta Galimberti. Questo pomeriggio in Sala Matrimoni a Palazzo Estense è stata annunciata la squadra del sindaco di centrosinistra che governerà dopo i lunghi anni di Lega e Forza Italia.

Lo stesso sindaco ha confermato di mantenere le deleghe legate alla sicurezza, alla legalità e all’efficienza. Sarà affiancato, come annunciato, da Daniele Zanzi, leader di Varese 2.0, che è vicesindaco, con delega all’attuazione del programma e alla Polizia Locale. Un ruolo di primissimo piano, che il sindaco ha voluto fosse caratterizzato fortemente in termini civici. All’altro capolista della coalizione, Dino De Simone, vanno invece le deleghe per ambiente, benessere e sport.

Entra in giunta il capolista Pd, Andrea Civati, che è assessore alla pianificazione territoriale, programmazione e realizzazione delle opere pubbliche.

Torna nell’agone amministrativo anche Roberto Molinari, ex segretario cittadino Pd, già consigliere comunale nel Fontana 1: a lui, certamente tra gli ispiratori dell’operazione Galimberti, va la delega dei servizi sociali; la Pd Rossella Di Maggio, insegnante, si occuperà invece dei servizi educativi. Tra le più votate della Lista Galimberti in giunta ci sarà anche Francesca Strazzi, assessore alle politiche giovanili e alla partecipazione.

Colpo di teatro per un assessorato che. almeno stando alle promesse, occuperà un ruolo centrale: è stato chiamato un tecnico di alto profilo, Roberto Cecchi, già sottosegretario ai Beni Culturali, nel cda del Fai. Nuovo assessore alle risorse è Cristina Buzzetti.

La delega alle attività produttive e semplificazione è mantenuta dallo stesso Galimberti. 

 

4 luglio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti a “Varese, La giunta di Davide Galimberti: alla cultura un uomo Fai

  1. a.lavit il 4 luglio 2016, ore 17:46

    forse finalmente villa Panza entrerà nella rete museale varesina !

  2. ombretta diaferia il 4 luglio 2016, ore 20:18

    bella scelta anche questa, sindaco: il conte Panza avrebbe approvato!

  3. Gio il 4 luglio 2016, ore 22:15

    Mi sembra che ancora una volta abbiano vinto i partiti. Una giunta scialba con un uomo di ciltura come tecnico specchietto per le allodole

  4. Emiliano il 6 luglio 2016, ore 13:23

    Un uomo di valore dell’ultimo governo-Berlusconi (poi riconfermato da Monti) alla Cultura a Varese?
    Non so perchè, ma “qualcuno” avrà senz’altro da ridire in proposito. ;)

  5. ombretta diaferia il 6 luglio 2016, ore 17:49

    mi sembra ottima la scelta.
    buon lavoro!

Rispondi

 
 
kaiser jobs