Regione

Regione, Abbonamento Musei, Cappellini: una scommessa di successo

L'assessore Cristina Cappellini

L’assessore Cristina Cappellini

Festeggia il primo anno dalla sua introduzione nel territorio lombardo l’Abbonamento Musei, la tessera che permette di accedere liberamente e ogni volta che lo si desidera, per 365 giorni dalla data di acquisto, ai siti culturali della Regione aderenti al progetto (musei, siti archeologici, ville, giardini e castelli, collezioni permanenti e mostre temporanee).

La tessera, un prodotto culturale già disponibile in Piemonte da 20 anni, ha riscosso da subito un grande successo, confermato dai numeri a giugno 2016: 102 istituzioni culturali aderenti al progetto (29 a Milano e 73 distribuite nelle altre province), oltre 14.000 card vendute che hanno generato oltre 30.000 ingressi con una media di 2,5 visite per ogni tessera. L’Abbonamento Musei si è confermato anche in Lombardia un’idea regalo molto apprezzata, come si evince dal picco di vendite del mese di dicembre.

tre musei più visitati grazie all’utilizzo dell’Abbonamento Musei sono stati le Gallerie d’Italia di Piazza Scala a Milano, il Museo Poldi Pezzoli e la Triennale di Milano.

Il progetto, nato dalla volontà della Regione Lombardia, ha recentemente accolto l’adesione di altre istituzioni molto prestigiose: la Pinacoteca di Brera, il Museo teatrale alla Scala, Leonardo3 Museum, MUBA Museo dei Bambini Milano, Museo Mondo Milan, UniCredit Pavilion a Milano; il MuSa di Salò; il Museo Tazio Nuvolari a Mantova; i Musei Civici “L.Barni” Museo della Calzatura, Museo dell’Imprenditoria Vigevanese, Pinacoteca Civica “C.Ottone” a Vigevano; il Museo Castiglioni a Varese e il Museo della Ceramica Giuseppe Gianetti a Saronno.

L’Abbonamento Musei Lombardia Milano varca inoltre i confini nazionali grazie all’accordo con due musei ticinesi,  il MASI di Lugano e la Pinacoteca Züst di Rancate, nei quali si potrà entrare a tariffa scontata esibendo la propria tessera.

La Regione Lombardia e la Regione Piemonte, visti i risultati raggiunti, hanno deciso di rinnovare per il prossimo triennio il protocollo di collaborazione che ha permesso l’anno scorso di realizzare anche sul territorio lombardo l’Abbonamento Musei, un vero e proprio strumento di welfare culturale in grado di portare numerosi vantaggi per diversi soggetti: residenti, cittadini, musei ed enti pubblici territoriali.

Le due Istituzioni hanno anche definito ulteriori obiettivi della collaborazione, illustrando la volontà di incentivare il turismo di prossimità attraverso la creazione di un’unica tessera che possa unire i due circuiti museali e i relativi abbonati. L’integrazione tra i due abbonamenti (Lombardia e Piemonte) è prevista per dicembre 2016.

L’accordo, esteso ai Comuni di Milano e Torino, delinea proprio questa volontà di sviluppare politiche comuni e sinergiche in un’ottica macro-regionale in grado di estendere il bacino degli utenti, aumentare l’offerta culturale e creare un network sempre più sviluppato tra le due realtà.

Di recente la Fondazione Cariplo è diventata partner del progetto, dimostrando interesse nei confronti di uno strumento che contribuisce a rendere sempre più accessibile il patrimonio museale lombardo. Da sempre attenta all’innovazione applicata anche alla cultura, la Fondazione Cariplo ha deciso di contribuire allo sviluppo tecnologico dell’abbonamento per aumentarne la diffusione e la fruizione da parte del più ampio target possibile.

“Sono molto soddisfatto dei risultati raggiunti con l’iniziativa “Abbonamento Musei Lombardia Milano”, a un anno dalla sua introduzione. Si tratta di uno strumento molto utile per valorizzare le straordinarie bellezze del nostro territorio, a un costo conveniente per i cittadini”, dichiara il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni“Sulla scia del successo di Expo Milano 2015, stiamo promuovendo ulteriormente la nostra regione come meta del turismo internazionale, e per questo abbiamo anche proclamato il 2016 ‘anno del turismo lombardo’”, continua. “Allo stesso tempo vogliamo incrementare il turismo di prossimità e, in questo senso, lavorare in un’ottica macroregionale è fondamentale per ottenere risultati concreti”.

Segniamo oggi un nuovo passo del percorso iniziato a fine 2015 con la firma della lettera di intenti sulla promozione turistica fra Piemonte, Lombardia e anche Liguria”, dichiara il Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino. “Allora come oggi non intendiamo porre limiti alle possibilità di collaborazione fra le nostre regioni, perché solo ragionando sull’area vasta saremo in grado di elaborare politiche competitive sul piano del turismo internazionale. Sotto questo aspetto tutto il NordOvest ha moltissimi margini di crescita, come risulta dall’innegabile successo di ogni iniziativa tesa a mettere insieme le nostre forze”.

“L’Abbonamento Musei – afferma Cristina Cappellini, Assessore alle Culture, Identità e Autonomie - è stato un progetto fortemente voluto dalla Regione Lombardia e che rappresenta, stando ai numeri del primo anno di presenza, una scommessa vincente per le politiche culturali della Regione che persegue l’obiettivo di agevolare la fruibilità della nostra offerta culturale con uno strumento vantaggioso, fattore importante soprattutto in un contesto economico difficile come quello da cui stiamo faticosamente uscendo.

“La cultura – commenta Antonella Parigi, Assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte – continua a essere uno degli ambiti dove la collaborazione tra aree geografiche limitrofe può produrre risultati sorprendenti. La futura realizzazione di una carta unica che mette insieme le offerte culturali delle due Regioni sarà in grado di ampliare la fruizione culturale e sviluppare ulteriormente il turismo di prossimità”.

“Siamo felici che uno strumento già largamente utilizzato con grande successo in Piemonte abbia trovato un terreno altrettanto fertile a Milano e in tutta la Lombardia. – dichiara  Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano  L’Abbonamento Musei rappresenta una felice collaborazione tra istituzioni che offre ai cittadini una significativa opportunità di conoscenza e approfondimento dello straordinario patrimonio artistico del nostro territorio”.

“In questi anni l’Abbonamento Musei si è dimostrato, e lo farà certamente anche in Lombardia, un formidabile strumento di sostegno alla domanda di cultura dei cittadini e alla loro fidelizzazione al patrimonio culturale del territorio – sottolinea Maurizio Braccialarghe, Assessore alla Cultura della Città di Torino - L’estensione della tessera consente di consolidare il rapporto tra le città di Torino e Milano attraverso un processo di condivisione di strumenti, metodologie, attività e interscambio di pubblico tra i musei e le istituzioni dei due territori”.

“Il 2016 è un anno importante per Fondazione Cariplo che festeggia i 25 anni di attività filantropica, molto impegnata a sostegno di progetti nel campo dell’Arte e Cultura, a cui ha destinato circa 950 milioni di euro, per la realizzazione di circa 10 mila iniziative, dal 1991 ad oggi” dichiaraSergio Urbani, Direttore generale della Fondazione Cariplo – Un impegno poderoso, perchè crediamo che la cultura sia uno strumento potente per la realizzazione delle persone, per la coesione sociale e per generare occupazione. Servono anche iniziative per avvicinare il più largo pubblico all’offerta culturale, come è negli obiettivi dell’Abbonamento Musei Lombardia Milano”.

L’Abbonamento Musei Lombardia Milano è in vendita con le seguenti tariffe:

 

·         Intero (dai 27 ai 64 anni): 45 euro

·         Junior (0 – 14 anni): 20 euro

·         Young (15 – 26 anni): 30 euro

·         Senior (over 65 anni): 35 euro

 

La card viene arricchita di sconti e promozioni con altre realtà culturali e, allo scopo di evidenziare la reciprocità tra i circuiti delle due Regioni, è stata nuovamente proposta la possibilità di acquisto dell’Abbonamento Musei a un prezzo speciale a chi è già abbonato a uno dei due circuiti. Inoltre ai punti vendita già presenti (alcuni musei del circuito e il sito www.abbonamentomusei.it) si aggiungeranno a partire dal giugno 2016 10 nuovi rivenditori tra cui edicole e cartolibrerie di Milano e hinterland.

Un’opportunità in più per avere a portata di tessera il meglio dell’offerta culturale lombarda.

15 giugno 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs