Varese

Varese, La sala convegni Cna intitolata a Giorgio Protasoni

I partecipanti al taglio del  nastro

I partecipanti al taglio del nastro

I festeggiamenti del 50° anniversario di Cna Varese sono iniziati nella mattina del 13 giugno 2016 con la intitolazione della Sala Convegni della sede Provinciale di via Bonini 1 a Giorgio Protasoni, recentemente scomparso.«Abbiamo voluto tributargli questo omaggio perché Giorgio ha voluto molto intensamente questa sede ed ha lavorato molto perché questo progetto si realizzasse – spiega il direttore Roberta Tajè – ha pensato che per la sede di una Associazione di imprese non ci fosse luogo migliore che una ex fabbrica quale era in origine questo luogo».

Giorgio Protasoni è stato Segretario di Cna dal 1980 al 1989 e primo Presidente di Fidimpresa dal 1990 al 2000: «E’ stato uno spirito libero, al quale non era possibile imbrigliare la fantasia e il genio – ha ricordato il presidente di Cna Varese, Franco Orsi – E’ stato il precursore e l’artefice delle prime Cooperative di garanzia e dei Confidi e ha ideato e ispirato la costituzione del Consorzio regionale per la controgaranzia. Ma è stato anche colui che ha scritto, dieci anni prima che venisse realizzato da altri con ben altri mezzi rispetto alla sua immaginazione, il progetto di Volandia e che ha creduto e si è battuto fortemente per l’Università a Varese».

Alla celebrazione hanno partecipato, oltre al presidente Franco Orsi e il direttore Roberta Tajè, i figli Marina e Antonio, il fratello Angelo e alcuni rappresentanti storici di Cna Varese, che ne hanno ricordato la figura.

13 giugno 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, La sala convegni Cna intitolata a Giorgio Protasoni

  1. Rocco Cordì il 14 giugno 2016, ore 19:06

    Un giusto riconoscimento da parte di una associazione in cui Giorgio, da spirito libero qual’era, aveva impegnato le sue energie e la sua intelligenza nella sfida allora affascinante di aiutare il professionista e/o l’imprenditore ad uscire dalla logica corporativa per cambiare se stessi, la loro funzione sociale, per una Italia più moderna e più giusta.

Rispondi

 
 
kaiser jobs