Varese

Varese, Orrigoni: famiglia al centro. A lei dedichiamo la festa di chiusura

Paolo Orrigoni

Paolo Orrigoni

Famiglia al centro, Varese città della famiglia. E’ lo slogan che Paolo Orrigoni, candidato sindaco del centrodestra, lancia in vista del ballottaggio. “Lo abbiamo sempre sostenuto – dichiara Paolo Orrigoni -, e lo ribadiamo: è un tema centrale nel nostro programma e un punto fondamentale della nostra visione della città”. Una battaglia che, insiste il candidato sindaco, sarà quella che ci accompagnerà fino all’ultimo giorno della corsa al ballottaggio: “Venerdì, a conclusione della campagna per il ballottaggio, organizzeremo una festa dedicata alla famiglia”.

Tanti i punti ribaditi da Orrigoni con la finalità di fare della famiglia la cartina di tornasole dell’intera attività amministrativa una volta eletto sindaco: “La famiglia e la sua tutela non possono essere al centro solo dell’assessorato dedicato, ma deve riguardare tutti gli assessorati, dallo sport alla cultura, dall’urbanistica ai trasporti”. Non solo: Orrigoni si sofferma sul quoziente famigliare e dichiara che “va esteso a tutti i servizi individuali”.

Ancora: vanno potenziati gli sgravi dal secondogenito in poi per quanto riguarda gli asili. Revisione dei servizi prescuola e doposcuola, una revisione che deve avvenire, sottolinea Orrigoni, “con un coinvolgimento forte delle realtà che sono impegnate su questo fronte, dagli oratori alle associazioni”. Il candidato sindaco lancia anche l’idea di creare l’albo delle baby sitter.

Centrale anche il capitolo scuola. “Occorre dare vita ad una significativa azione di manutenzione e riqualificazione delle scuole – dice Orrigoni -, un’azione che deve vedere una collaborazione tra associazioni genitori, molto vivaci a Varese, e il Comune”. Poi il candidato parla di promuovere, per i ragazzi, l’alternanza scuola-lavoro “qui a Varese, senza farli uscire per andare altrove”. Lotta senza tregua a bullismo e dispersione scolastica. Aiuto anche alle famiglie in difficoltà e sostegno alle famiglie che assistono persone non autosufficienti, aumento dei fondi per non autosufficienti e assistenza anche burocratica alle famiglie.

Ma all’ultimo momento della conferenza stampa, Paolo Orrigoni esprime un auspicio e formula una ricetta: “Voglio che a Varese ci siano duemila abitanti in più e per farlo occorre rendere Varese più attrattiva in modo che le famiglie scelgano di venirci ad abitare”.

 

10 giugno 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs