Varese

Varese, “Viaggio d’inverno” di Calarco presentato alla Cascina della Poesia

Un momento della presentazione del volume

Un momento della presentazione del volume

Presentato, ieri sera, presso la Cascina della Poesia al Faido di Varese, il volume “Viaggio d’inverno” di David Calarco, con introduzione di Paola Capriolo, seconda opera pubblicata nella raffinata collana “Le Civette” della Nuova Editrice Magenta.

Un’opera complessa, stratificata, ricca di rimandi letterari, ma soprattutto neo-romantica, come ha subito sottolineato la poetessa Viviana Faschi, direttrice della collana, con un evidente richiamo, fin dal titolo, all’opera di Schubert. Un neo-romanticismo, tuttavia, che si svela fortemente ancorato ad un universo che, per il modo in cui è costruita l’opera e per l’intreccio di citazioni in lingue diverse, appare assai vicino ad uno spirito post-moderno.

Alla presentazione di ieri sera è nato un inedito dialogo tra Calarco, l’editore Azzalin e gli invitati prestigiosi, a partire dal poeta e traduttore Fabio Scotto. Nel corso della presentazione, che si è svolta all’esterno della vecchia cascina rivolta ai panorami lacuali, l’autore, oggi residente a Londra, ha rivelato riferimenti nascosti e contenuti evidenti della sua opera, con una galleria di rimandi che andavano da Virgilio, ad Antonia Pozzi, fino ad Edoardo Sanguineti. Tra le prossime uscite della collana un volume dedicato alle poesie dell’ottima Stefania Cadario.

Questa sera, alle 21, l’opera di Calarco sarà presentata in coda all’incontro con Vivian Lamarque alla Piccola Fenice di Masnago.

8 giugno 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs