Varese

Varese, La sfida tra Orrigoni e Galimberti si decide al ballottaggio

Paolo Orrigoni saluta Fontana

Paolo Orrigoni saluta Fontana

La sfida nel capoluogo è finita con il ballottaggio. A Varese, nel corso della notte, si è capito che Paolo Orrigoni, candidato sindaco del centrodestra, e Davide Galimberti, candidato sindaco del centrosinistra, dopo una lunga e corretta partita, si dovranno nuovamente fronteggiare domenica 19 giugno. A circa metà dello scrutinio, Orrigoni arriva al 47,1%  e Galimberti al 41,9%.

Ballottaggio a Varese, dunque, con i due candidati che nelle prossime due settimane dovranno convincere i varesini che hanno già votato per loro o che non li hanno votati, a tornare ai seggi e a mettere nell’urna una scheda con il loro nome.

Terzo arrivato è stato Stefano Malerba, candidato sindaco della Lega Civica, che si è fermato al 7,2%, risultato che certamente influirà sul ballottaggio prossimo venturo. Sotto il 2% gli altri candidati sindaco: Pandolfo, Badoglio e Marcello.

Galimberti e Orrigoni si sono presentati nella Sala stampa allestita in Comune a tarda notte. “Il miglior risultato del centrosinistra negli ultimi 23 anni e il peggior risultato del centrodestra – ha commentato Galimberti -. Sono convinto che i varesini sceglieranno il sindaco al ballottaggio in base al progetto concreto”. Poi Galimberti ha aggiunto: “Se alle elezioni precedenti, 19 punti dividevano Fontana e la Oprandi, e al ballottaggio Fontana ha vinto per un’incollatura, questa volta, con assai meno punti di differenza, il risultato a nostro favore è praticamente scritto”.

“I conti è giusto farli alla fine – ha dichiarato Paolo Orrigoni, che è apparso abbottonatissimo -. Sono sereno e ho ringraziato chi si è impegnato per me h24. Andiamo avanti così, non abbiamo bisogno di cambiare”.

6 giugno 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs