Varese

Varese, L’Arma celebra l’anniversario della sua fondazione il 6 giugno

carabiniereOltrepassata la porta dei due secoli di storia, fieri della solidità istituzionale nel tempo, lunedì 6 giugno 2016, alle ore 17:30, i Carabinieri del Comando Provinciale di Varese celebreranno il 202° anniversario della Fondazione dell’Arma, avvenuta il 13 luglio 1814, quando il Corpo dei Carabinieri Reali fu istituito con le Regie Patenti da Vittorio Emanuele I, che volle dotarsi di un corpo di militari scelti “per buona condotta e saviezza d’istinti”, allo scopo di contribuire alla difesa dello Stato in tempo di guerra e di vigilare alla conservazione della pubblica e privata sicurezza in tempo di pace.

Presso la sede di via Saffi, il Comandante Provinciale, Colonnello Alessandro De Angelis, alla presenza del Prefetto, S.E. Dott. Giorgio Zanzi, incontrerà le Autorità istituzionali, nonché una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri e dell’O.N.A.O.M.A.C., i familiari delle vittime del dovere, le vedove e gli orfani assistiti dall’ O.N.A.O.M.A.C. residenti nel teritorio provinciale.

A schierarsi, una rappresentanza dei reparti presenti nel capoluogo. Sarà una cerimonia all’insegna della sobrietà e con un profilo propriamente militare, anche per meglio esprimere la solidarietà alle famiglia del maresciallo Silvio Mirarchi, morto Io scorso 01 giugno a Palermo dopo essere stato ferito gravemente nelle campagne di Marsala, durante un servizio antidroga.

Saranno presenti a Varese anche il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni e l’assessore al Post Expo e Citta’ metropolitana Francesca Brianza.

II Comandante Provinciale nel corso della cerimonia sottolineelù la risposta che i Comandi di Stazione della Provincia forniscono alla domanda di sicurezza dei cittadini e traccerà le linee operative attuate nel corso del 2015, che hanno visto una razionalizzazione dei servizi di controllo del territorio per contrastare i reati predatori – in particolare flirti in abitazione -attraverso attività di analisi ed operative volte a garantire una proiezione esterna più funzionale.

Negli ultimi dodici mesi sono stati svolti 41.579 servizi esterni (pattuglie e perlustrazioni), nel corso dei quali sono state controllate 288.349 persone e 203.430 automezzi e 1.580 servizi di “carabiniere di quartiere” (per un totale di 9.911 ore).

II tutto è stato inserito in un costante monitoraggio dei fenomeni criminali che sono stati classificati per aree, giorni della settimana e fasce orarie di incidenza, ottenendo così un più aderente orientamento dei servizi preventivi e repressivi. Questa strategia operativa ha consentito di operare ben 367 arresti ed individuare 3.889 autori di reato.

A conferma dell’efficacia della attività preventiva, dal 01 giugno 2015 al 31 maggio 2016 l’Arma ha perseguito 24.359 delitti, che hanno costituito 1’85,25 % dei reati consumati nella provincia, dato in sensibile decremento (- 17%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, riuscendo a scoprire 3.555 reati (con un’incidenza del 15%).

In particolare:

sono stati scoperti gli autori di tutti gli omicidi, sia consumati (passati da 5 a 2, -60%), sia tentati (passati da 8 a 7, -12,5%); le rapine sono diminuite del 10,9 %, passando da 211 a 188 , di cui 73 scoperte; i furti sono passati da 16.258 a 12.907 (-20,6%) e tra questi, sono stati perseguiti 3.101 fufli in abitazione, contro i 4.078 dello stesso periodo dello scorso anno (-24%)

Particolare attenzione è stata posta a contrastare il fenomeno delle truffe e delle frodi informatiche (perseguiti 1.606 reati), con particolare riferimento alle fruffe agli anziani, reato in aumento anche in questa provincia, in linea con la tendenza nazionale. ln quest’ambito, oltre ai concreti risultati operativi ottenuti, gli ufficiali e i comandanti di stazione del Comando Provinciale hanno preso parte a numerosi incontri con le C.d. “fasce deboli”, volti ad orientarle ad una maggiore prudenza ed a dispensare “consigli di sicurezza”, nell’ottica della prevenzione.

Nello stesso quadro, d’intesa con le Autorità Scolastiche e con i Sindaci, sono state intraprese una serie di iniziative sul tema della legalità: sono stati oltre 100 gli istituti scolastici visitati dai Comandanti delle 5 Compagnie e delle 38 Stazioni Carabinieri della Provincia, con la partecipazione agli incontri di oltre 8000 studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

5 giugno 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs