Varese

Varese, Malerba chiude la campagna elettorale: siamo il centro radicale

Stefano Malerba

Stefano Malerba

Nessuna festa, né manifestazioni pubbliche per la chiusura della campagna elettorale di Stefano Malerba, candidato sindaco di Lega Civica. Malerna tuttavia ha richiamato ai giornalisti i principi fondamentali della sua scelta di scendere in campo: “Siamo Cittadini di centro.
  Lo abbiamo scritto all’origine della nostra storia.
 Tutto quello che abbiamo scritto , lo abbiamo attualizzato, dimostrando una logica ferrea propria di un soggetto allo stato nascente.
 Andiamo al voto con la nostra identità di centro”.

“Un centro ”radicale” – ha continuato Malerba – che non media sui propri valori.
 Di centro, che per esistere deve avere i voti dei cittadini,
 voti che lo renderanno libero o lo manderanno a casa.
 La libertà e la dignità del centro passa dai voti , non dalle chiacchiere.
 Abbiamo sentito dichiarazioni di esponenti che non hanno ancora contato i voti che prenderanno.
 Come noi andremo a casa e staremo zitti se non prenderemo i voti,
 così anche questi personaggi.
 Senza voti si va a casa e si sta zitti!
”.

Per Malerba “il centrodestra ha esplulso il centro e viene da un’era di opulenza e pigrizia, scaduta in assoluta mediocrità amministrativa.
 Io ho sempre votato centrodestra e oggi dico basta! Orrigoni è la continuità di quest’era?
 Allora diciamo no! ad Orrigoni.
 Noi cerchiamo la discontinuità rispetto alla mediocrità di quest’era”.

Continua il candidato di Lega Civica: “Non siamo nemmeno disposti a passare ad un’altra mediocrità di un altro colore.  Alla sinistra diciamo che noi non siamo di sinistra. Siamo per per il cambiamento.
 Siamo gente seria che vuole cambiare e per questo ci siamo ribellati.
 E la ribellione non è comoda! Ma è irta e faticosa.
 A personaggi in cerca di visibilità, e ai loro suggeritori (perché non siamo persone ingenue), diciamo di non dimenticare le loro lontane origini, perché noi abbiamo memoria lunga e ricca di particolari. Se questi personaggi prenderanno i voti li degneremo di una risposta precisa con dovizia di dettagli, ricordando loro le origini, onde evitare etichette di verginità. Se non prenderanno voti dovranno sparire e stare zitti”.

Conclude Malerba: “I voti dei miei cittadini diranno se con me nasce un nuovo soggetto politico e se il civismo come area libera dai partiti potrà essere un modello esportabile anche in altri comuni. Il voto dirà se è possibile fare politica nel proprio comune senza i partiti.
 La lega civica è un soggetto politico e non una lista. Ci saremo, ben organizzati , anche dopo, per essere garanti del cambiamento.
 Nessuno si illuda, noi ci saremo organizzati e battaglieri anche dopo.
 I nostri voti saranno garanzia permanente del cambiamento amministrativo. Impediremo di cadere da una mediocrità ad un’altra.”

“Noi abbiamo creato la Lega Civica su criteri di verità. Abbiamo dato numero di club e di aderenti veri, abbiamo fatto programmi senza balle, con tutte cose realizzabili, abbiamo scelto candidati veri che corrono tutti, abbiamo detto ai nostri concittadini che la nostra libertà dipende dal loro voto.
 Dopo il voto del 5 giugno saranno i candidati della nostra lista con i loro voti a scegliere democraticamente cosa fare. Saranno i candidati con i loro voti. Questo per coerenza assoluta con della dignità politica
. La nostra dignità politica dipende dai voti che prenderemo.
 E se li prenderemo la nostra città cambierà”.

3 giugno 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs