Varese

Politica, Pandolfo (Varese Futura): chi vince, deve essere il sindaco di tutti

Flavio Pandolfo e i suoi sostenitori

Flavio Pandolfo e i suoi sostenitori

Chiusura della campagna elettorale per il candidato sindaco di Varese Futura, Flavio Pandolfo, e per i candidati della sua lista. Un’iniziativa che si è svolta presso La Cupola di via Donizetti, dove è stata organizzata un’apericena con musiche e balli a cura di alcuni giovani africani ospitati in strutture a Varese.

Prima di dare il via all’appuntamento, Pandolfo scherza con i competitors nella corsa a Palazzo Estense: “Vada come vada, inviterò a pranzo, nella mia piccola baita in montagna, Galimberti e Orrigoni, ma dovranno mangiare solo col cucchiaio, niente forchetta e coltello. Cucinerò io stesso…”.

Continua Pandolfo: “Varese, dopo le elezioni, andrà governata al 100%, tenendo presenti tutti i cittadini, non solo coloro che ci votano. Insomma, chiunque governi, deve essere il sindaco di tutti. Finita la campagna elettorale, buttiamoci alle spalle le divisioni e le polemiche, e lavoriamo tutti insieme. Questo deve essere un impegno condiviso da tutti”.

“Facciamo entrare in Consiglio comunale la nostra capolista Sara Alhay, sarà un segnale importante per tutta la città”, ha fatto appello Pandolfo al termine del suo intervento.

 

3 giugno 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs