Varese

Varese, Pandolfo (Varese Futura): no alla riforma costituzionale di Renzi

Pandolfo con i candidati di Varese Futura

Pandolfo con i candidati di Varese Futura

Ha voluto fare il bilancio della sua campagna elettorale proprio sotto il monumento ai Caduti di piazza Repubblica adorno di tricolori, dove al mattino si è svolta una parte della Festa della Repubblica del 2 giugno, E’ Flavio Pandolfo, candidato sindaco della lista La Sinistra per Varese Futura.

“Oggi 2 giugno sono stato ovunque, nelle varie iniziative bipartisan, che francamente mi sarei atteso veramente bipartisan”, esordisce Pandolfo. “Siamo qui alla fine di una lunga cavalcata faticosa, ma gratificante. E mi piace ricordare, oggi 2 giugno, che l’Italia è nata dal sangue di tutti, dei cattolici, dei comunisti, dei monarchici, degli azionisti. Che tutti utilizzino questa Repubblica, pur esprimendo ognuno il suo giudizio”.

“Abbiamo condotto la nostra campagna elettorale con un po’ di ironia – continua Pandolfo -, perchè non ne facciamo una ragione di vita, per noi la politica è servizio. Senza promesse, ma con tante proposte, che hanno incontrato molto interesse”. Poi una punta polemica verso i tre competitors principali: “Penso che io, Marcello e Badoglio siamo stati quelli che sono entrati maggiormente nei problemi dei cittadini”.

Con il testo della Costituzione italiana tra le mani, Pandolfo chiude sulla riforma costituzionale del governo Renzi: “Siamo contro questa riforma – dice ancora Pandolfo – perchè se si mettono insieme la riforma e la legge elettorale, il risultato è terribile: chi ha il 35% può fare quello che vuole per 5 anni. Certamente aderiremo ai comitati per il no a questa pessima riforma di Renzi”.

2 giugno 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs