Varese

Varese, De Simone chiude la campagna elettorale di Progetto ConcittaDino

De Simone e i candidati della lista ConcittaDina

De Simone e i candidati della lista ConcittaDina

Chiude la campagna elettorale Dino De Simone che ha dato vita a Progetto ConcittaDino: “Dopo mesi di campagna elettorale entusiasmante, siamo al “momento della verità”: non ci sono più slogan o strategie di comunicazione che tengano, ora quello che conta è cosa siamo riusciti a trasmettere ai Varesini.

Quanto le nostre attività, i nostri eventi, il nostro esempio, siano riusciti a far passare la nostra idea di città, e a far capire che solo il voto a Progetto ConcittaDino, il motore ecologico, innovativo e di sinistra della coalizione che sostiene Davide Galimberti, è quello che davvero può significare l’inizio della rinascita di Varese. Progetto ConcittaDino ha deciso di prendersi la responsabilità di dire “ci siamo e vogliamo cambiare la città”. Qualsiasi altro voto riconsegnerà Varese ancora in mano alla Lega.

A chi dice di essere di sinistra, ma decide di stare alla finestra, diciamo: basta fare opposizione. Noi non vogliamo spiegare come governare la città, vogliamo farlo sul serio. L’incontro con Umberto Ambrosoli è stato l’apice di un’esperienza che raccoglie le migliori forze civiche, le associazioni, l’ambientalismo che Varese esprime.

A chi non ha ancora deciso come e se esprimere il proprio voto questa domenica diciamo: se avete anche solo il minimo dubbio che Varese possa essere governata meglio di quanto è stato fatto in questi 23 anni, votate Davide Galimberti e Progetto ConcittaDino. Datevi la possibilità di una Varese che cambi direzione.

Per Varese è una perdita non avere 5 stelle in consiglio comunale. Il lavoro portato avanti da loro in questi anni è stato importante. Ai loro elettori diciamo: abbiamo orecchie e braccia aperte. I vostri temi e le vostre idee c’entrano eccome con noi. La trasparenza nelle scelte della pubblica amministrazione e nella gestione dei soldi pubblici anche per noi è centrale, così come la partecipazione alla costruzione della nuova città. Temi che abbiamo portato nel programma di coalizione, e che porteremo avanti con forza in consiglio comunale. L’onestà non va raccontata ma praticata: vogliamo che le azioni dell’amministrazione guidata da Galimberti siano talmente trasparenti che non ci sarà spazio per la disonestà”.

2 giugno 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs