Varese

Varese, Festa della Repubblica, cerimonia ufficiale in piazza e all’Insubria

Corona al monumento di piazza Repubblica

Corona al monumento di piazza Repubblica

Si celebra domani 2 giugno il 70° anniversario della proclamazione della Repubblica. Una cerimonia che, organizzata dalla Prefettura in collaborazione con il Comune di Varese, inizia alle ore 10,30 a Varese in Piazza della Repubblica, con la cerimonia dell’alzabandiera e la deposizione delle corone al monumento ai Caduti.

Alle ore 11, la cerimonia si sposta nella vicina Aula Magna dell’Università dell’Insubria, dove si terrà la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica, seguita dall’intervento della Prof.ssa Gilda Ripamonti, Professore di diritto penale progredito presso l’Università degli Studi dell’Insubria. Seguirà la consegna delle Medaglie d’Onore ai deportati ed internati nei lager nazisti.

La ricorrenza coincide anche, come noto, con il 70° anniversario del voto alle donne che, nel 1946, per la prima volta furono chiamate a partecipare nel nostro Paese alle consultazioni amministrative e al Referendum Istituzionale, nonché all’elezione dell’Assemblea Costituente.

La partecipazione delle donne al voto ha rappresentato una tappa fondamentale nella conquista dei diritti politici e dei valori democratici, aprendo il percorso ad una crescita a livello istituzionale attraverso il riconoscimento delle istanze di cui le donne sono portatrici.

Tale processo istituzionale ha, peraltro, favorito il raggiungimento di quei traguardi sociali che hanno reso il nostro Paese una democrazia avanzata.

In tal senso la Prof.ssa Gilda Ripamonti, Professore di diritto penale progredito presso l’Università degli Studi dell’Insubria, delineerà, nel suo intervento, il percorso che ha portato alla conquista del voto da parte delle donne in Italia.

Seguirà la consegna delle Medaglie d’Onore, che costituiscono un simbolico risarcimento morale che lo Stato Italiano con legge del 2006 ha inteso attribuire ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra ed ai familiari dei deceduti.

Nell’ultima sessione di conferimento di tale onorificenza, sono stati individuati in provincia di Varese 4 destinatari, dei quali uno solo vivente e 3 non più tra noi per i quali la medaglia verrà ritirata da familiari.

1 giugno 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs