Varese

Varese, “Note e Voci per Varese”, grande successo per il concerto di Aspem Reti

Sul palco la Donadoni intervista Calemme e il sindaco Fontana

Sul palco la Donadoni intervista Calemme e il sindaco Fontana

I concerti organizzati da Aspem Reti a Varese  stanno diventando una tradizione attesa e partecipata. Ieri sera si è svolto al Teatro Ucc il concerto “Note e Voci per Varese”, evento per festeggiare il 200° anniversario di Varese elevata al rango di città. In prima fila autorità e vertice di Aspem Reti, oltre al candidato sindaco di centrodestra Paolo Orrigoni.

Un concerto che ha visto protagonista l’Orchestra Poseidon diretta da Roberto Bacchini, con un programma ricco, suddiviso in tre parti: una prima parte dedicata alle colonne sonore cinematografiche firmate dal maestro Ennio Morricone, una seconda parte che riguardava il tango (non poteva mancare il celebre Libertango di Piazzolla), una parte conclusiva dedicata all’opera lirica che si è conclusa con la bellissima canzone “Caruso” di Lucio Dalla. Ad arricchire il concerto targato Aspem Reti il soprano Beatrice Binda e il tenore Diego Cavazzin.

Prima dell’inizio del concerto, è salita sul palco la brava attrice Claudia Donadoni, che ha introdotto la serata e ha presentato il sindaco Attilio Fontana e l’amministratore unico di Aspem Reti, Ciro Calemme. “Ringrazio l’amministratore unico Calemme – ha detto Fontana – non solo perchè ha fatto raggiungere all’azienda importanti risultati, ma avere celebrato la nostra città”.

Ha poi preso la parola Ciro Calemme: “I concerti di Aspem Reti sono sempre un momento di incontro di tutta la città”. “Non potevamo non celebrare la città – ha continuato Calemme – perchè abbiamo trovato documenti che testimoniano come a fine Ottocento gli Estensi diedero mandato all’ingegner Torelli di realizzare il primo acquedotto della città, documenti che pubblicheremo in un libro”. Calemme ha ricordato il parere di uno scienziato giapponese che sosteneva un rapporto profondo tra musica classica e acqua: in quest’ultima, sottoposta alle onde della musica, si formavano i cristalli più belli. “Questo spiega – ha concluso Calemme – l’attenzione di Aspem Reti verso la musica classica”.

 

17 maggio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs