Varese

Varese, Salvini torna in città ed è bagno di folla tra i gruppi folk

Orrigoni insieme a Salvini e a Maroni

Orrigoni insieme a Salvini e a Maroni

A pochi giorni dal comizio dal palco di piazza Podestà, il segretario del Carroccio, Matteo Salvini, questa mattina, è tornato in città. Un giro per il centro che, proprio al momento del suo arrivo, era occupato dai gruppi folk lombardi e così, dopo il giro e la fermata per un caffè, il programmato incontro con i gruppi che, usciti dalla messa, erano fermi sotto la tensostruttura in attesa del pranzo.

Tutto è partito con l’arrivo al Paolo Orrigoni Point, aperto in via Veratti. Un Salvini sorridente che si è congratulato con il candidato sindaco del centrodestra, e ha risposto alle domande sulle elezioni a Varese. “Una campagna elettorale bella, serena – dice Salvini -. Soprattutto una campagna sui contenuti, e sui contenuti noi vinciamo”.  E del candidato Orrigoni cosa pensa? “Come sta accadendo con Parisi a Milano, anche Orrigoni più lo conosco, e più lo apprezzo”. E Varese cosa rappresenta per la Lega? “Varese resta un ottimo esempio di buon governo”.

Salvini cammina per il centro, stringe mani, distribuisce volantini, qualcuno lo abbraccia, qualcuno gli lancia qualche contestazione. Entra alla Libreria del Corso per vedere se ci sono copie del suo libro: non ci sono. “Sono finiti”, abbozza la libraia un po’ imbarazzata. Poi si ferma, insieme al candidato Orrigoni, al consigliere regionale Emanuele Monti e ad un bel gruppo di Giovani Padani, capeggiati dal bravo Davide Quadri, a bere un bel caffè ai tavolini davanti al Ghezzi. Insieme al sindaco Fontana e al presidente Maroni, che nel frattempo lo hanno raggiunto, arriva in piazza San Vittore per affrontare un bagno di folla. Selfie, strette di mano, battute, fino a raggiungere i tavoli con i rappresentanti dei gruppi folcloristici, che si trovano a Varese per partecipare alla partenza delle celebrazioni per i 200 anni di Varese elevata al rango di città.

Con un bicchiere in mano, Salvini fa il coro insieme ai partecipanti al corteo, brinda, in un clima nazional-popolare che per mezz’ora trova nel segretario del Carroccio il protagonista assoluto. Poi il pranzo all’Ata Hotel per festeggiare Radio Padania Libera e dare un sostegno alla campagna elettorale di Orrigoni. Fino alla prossima puntata, che immaginiamo molto vicina nel tempo.

 

8 maggio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs