Varese

Varese, La Gilda del Mac Mahon per la Giornata Internazionale del Libro

Giovanni Testori

Giovanni Testori

Venerdì 29 aprile, alle ore 21, al Teatro Santuccio di Varese si potrà assistere alla commedia “La Gilda del Mac Mahon”, tratta dall’omonimo racconto di Giovanni Testori e all’interno della rassegna Red Carpet. Uno spettacolo in collaborazione con il Comune di Varese per la Giornata Internazionale del Libro. Con Sarah Collu, Andrea Benvenuto, Romeo Tofani, sassofoni Luca Carnelli, adattamento e regia Vittorio Bizzi.

Aprite la porta. È buio. Odore di polvere e vino lasciato asciugare nei bicchieri. Il bar non ha ancora riaperto, ma faremo un’eccezione. Indossate però il vostro abito migliore, con la brillantina sui capelli e l’acqua di colonia: nella Milano di periferia che cerca di rialzare la testa dopo la guerra una donna pura nel cuore ma non nel corpo, provocante come Rita Hayworth, vende il suo corpo per mantenere il balordo di cui è innamorata.

È La Gilda del Mac Mahon, straziante figura de “I segreti di Milano” di Giovanni Testori, che ritrasse l’ umanissimo microcosmo di poveri cristi che popolava la Milano misera e generosa del dopoguerra.

Lei ha un cuore grande come una casa, si spende con amore e devozione per il suo Gino, per farlo uscire dal carcere in cui è finito per ricettazione. È il simbolo di un mondo in cui tutti sono resi puri dallo sforzo di sopravvivere al loro destino. Una Milano lontana da quella di oggi, che già Testori sentiva che stava per scomparire. La ritrasse con pietà e malinconia, devoto ad un’idea che sperava gli sopravvivesse.

La regia trasforma in cerone bianco gli anni che ci separano dal dopoguerra per aggredire con mano calcata e simbolista questa Milano forte, semplice e popolare. Rifiutando la tentazione al romanticismo, che con lacrime di superficie giustifica le colpe dello spettatore, questa “Gilda” tenta di dominare il suo minuscolo mondo con armi comprensibili in ogni tempo, perché la voce greve e sensualissima della Gilda possa infine penetrare senza rimedio i cuori annacquati del presente. La musica dei sassofoni finge di non comprendere la differenza tra suono e rumore, e diventa essa stessa personaggio.

Ingresso: € 12 , sono esenti i minori di 14 anni.

Informazioni: 0332 969059 – info@villabossi.it

Per gli spettacoli al Teatro Santuccio non è necessaria la prenotazione.

Teatro Santuccio: via Sacco, 10 – 21100 Varese

Verrà richiesta l’iscrizione all’associazione, la cui quota è inclusa nell’ingresso.

23 aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs