Varese

Varese, “Il Teatro delle illusioni”, gli ARTistocratic lanciano serata anni Venti

L'affascinante Soraya

L’affascinante Soraya

C’è un luogo nel mondo in cui, per una notte, il tempo sembra essere tornato indietro agli anni ’20. Questo luogo non è mai lo stesso.. cambia.. si trasforma.. si sposta silenzioso per poi esplodere in tutta la sua bellezza, in quello che ogni volta diventa un evento straordinario, ambito e desiderato da molti, ma accessibile solo a pochi fortunati, destinati a godere di questa atmosfera unica

L’Associazione Culturale ARTistocratic lancia l’evento “Il Teatro delle Illusioni”, in programma al Teatro Santuccio di Varese sabato 30 aprile alle 21.30, rendez-vous d’arte e musica ambientato negli anni ’20  rendez-vous d’arte e musica, è un ritrovo di artisti ed amanti dell’arte, ispirato ai salotti letterari dei primi del ‘900, che ha lo scopo di promuovere la creatività in tutte le sue forme. Presenta ad ogni incontro un’artista differente e, a fine anno, viene fatta una mostra collettiva di tutti coloro che hanno esposto.

Ricrea la magica atmosfera dei ruggenti anni ’20, dove è possibile gustare i cocktail tipici dell’era del proibizionismo ed ascoltare musica Jazz e Swing, sia suonata da un’orchestra, che riprodotta attraverso vinili ed attrezzature originali vintage. Inoltre il pubblico stesso è protagonista di questo salto indietro nel tempo, grazie all’abbigliamento in stile richiesto per partecipare all’evento. Crea un evento artistico itinerante, organizzato in ville d’epoca della provincia di Varese, luoghi che, per una sera, riprendono vita attraverso arte e musica.

Lo storico ed insolito Teatro Santuccio di Varese sarà lo scenario di una serata piena di sorprese, che riveleranno le vostre più recondite emozioni.

Con la sua configurazione strutturale ad “anfiteatro greco” ed il numero di posti limitato aderisce perfettamente alle caratteristiche degli eventi culturali organizzati da ARTistocratic.

Il Teatro Gianni Santuccio di via Sacco è una struttura cara alla città fin dalle sue origini, quando era ritenuta luogo di incontro per le più elevate attività culturali in Varese. Dopo il 1948, quando venne chiusa per inagibilità, la sala era forse vuota, ma non è mai stata dimenticata. Proprio l’inaugurazione, a fine 2007, è stata segno inequivocabile della volontà della Città Giardino di ritrovare spazi per una cultura aperta a tutti.

Dal marzo 2008 la bella struttura di via Sacco è intitolata a Gianni Santuccio, il celebre attore nato a Clivio e scomparso nel 1989. Grandissimo a teatro, Santuccio era un vero professionista, che si è distinto per la sua intensa attività al Piccolo di Milano.

Nel corso della serata del 30 aprile ricco il programma. Lo spettacolo di ALBERTO GIORGI & LAURA, tra i più interessanti esponenti dell’illusionismo europeo. Con il loro stile unico che coniuga abilmente modernità e tradizione vi condurranno nel loro mondo affascinante.

La loro unicità li ha portati a vincere i più ambiti premi del settore a livello internazionale. Tra i più importanti il 2° Posto al Shanghai Magic Festival nel 2009 ed il prestigioso “Mandrake d’or” a Parigi nel 2008 come illusionisti. Nel 2010 sono insigniti del “Trofeo Magic Stars” nel Teatro Princesse Grace in occasione del 25° Montecarlo Magic Stars, su invito della Principessa Stefanie di Monaco.Oltre ai molti premi e passaggi televisivi nazionali e internazionali che hanno segnato loro la carriera il loro lavoro stilistico li porta allo sviluppo di un universo unico e magico costellato di macchine incredibili ispirate dalle più belle fantasticherie di Jules Verne e G.H. Wells.

I loro personaggi sembrano uscire dalle prime pagine di un loro romanzo o da un moderno film di Tim Burton, per l’approccio innovativo e visionario. L’eleganza dell’esecuzione e le loro incredibili illusioni, vi incanteranno trascinandovi con i numeri visuali e avvincenti dall’approccio unico in una fantasica avventura ed esperienza magica.

Ci sarà poi l’esibizioni di danza di SORAYA, affascinante insegnante di danza e coreografa, ballerina, danzatrice professionista di danza orientale, con un background di danza classica, moderna, fusion e Videodance, che la rende un’artista completa, eclettica e creativa. Interprete elegante e femminile di ogni aspetto della danza ha rivelato le sue doti di coreografa di talento ai recenti campionati italiani FIDS in particolare per la categoria Oriental Show. Grazie alle contaminazioni di altri stili è in grado di creare spettacoli strutturati o su improvvisazione.

Poi non mancherà l’arte con la mostra dell’artista GIORGIO GESSI, artista che nasce a Tradate il 14 aprile 1952 e inizia a coltivare la passione per la pittura fin dalle scuole medie dove dipinge prevalentemente con la tecnica olio su tela. Con gli anni si dedica ad altre tecniche, disegnando anche su pergamena sulla quale realizza per lo più paesaggi sino a quando, casualmente, come asserisce lo stesso artista, si ritrova in mano un trapanino per incisioni su vetro e uno specchio della sorella sul quale esegue la sua prima rudimentale incisione. Dopo essersi dedicato alla decorazione scopre definitivamente l’interesse per “l’incisione su vetro”. Essendo un artista autodidatta occorrono alcuni anni di pratica per ottenere una buona tecnica di incisione e dipinto su vetro, tecnica che affina con l’esperienza e che gli da la possibilità di avere effetti non ottenibili con altri materiali e soprattutto di creare la terza dimensione dell’immagine (altezza, larghezza, profondità di campo) con la sovrapposizione di tre vetri incisi intervallati da altri tre trasparenti. Tra i progetti futuri di Giorgio Gessi e della sorella Antonella anche una mostra dal titolo “Dall’oriente all’occidente”, con la quale mettere “Dall’oriente all’occidente”, in evidenza come lo stile liberty sia derivato dall’arte giapponese.

A fine serata il passato si legherà al presente permettendovi di ballare fino a notte inoltrata su note di Electro-Swing. Sarà possibile assaggiare i COCKTAIL TIPICI dell’epoca.

Gli ospiti, che come di consueto verranno con abiti in tema con la serata, avranno inoltre, a disposizione gratuita: parrucchiere da donna, barbieri, truccatrici per sistemare anche trucco e parrucco in stile anni ’20.

La serata avrà l’ingresso a numero limitato. Si richiede il tesseramento all’ Associazione online su http://artistocratic.jimdo.com/ o attraverso i punti vendita partner (elenco disponibile sul sito e pagina Facebook). il costo del biglietto d’ingresso per lo spettacolo non è più di 35 euro, ma di 25 (15 costo spettacolo, più 10 iscrizione all’associazione).

20 aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs