Varese

Varese, “Comandante Claudio”, al Nuovo va in scena la Resistenza

volantino Comandante Claudioin coopufA4Martedì 23 Aprile 2013, alle ore 10, sul palco del Teatro Nuovo a Varese va in scena lo spettacolo “Comandante Claudio” con Clarissa Pari, Andrea Minidio, scene e luci a cura di Coopuf-lab, regia e adattamento Michele Todisco.

Sul palco due schermi di tulle per video proiezioni dove saranno proiettate le immagini e i video di repertorio dei momenti salienti e dei personaggi che hanno caratterizzato la resistenza nel territorio varesino, dalla battaglia del San Martino all’ottobre di sangue varesino fino alla liberazione.

Raccontare la resistenza e la liberazione attraverso gli appunti del comandante Giuseppe Macchi detto Claudio, della 121° Brigata Garibaldi “Walter Marcobi”, uno dei protagonisti a Varese della riscossa contro il nazifascismo, un uomo a cui è stata dedicata di recente la sezione varesina dell’Anpi. Dalla battaglia di San Martino all’ Ottobre di sangue si ripercorreranno gli episodi salienti della resistenza nella provincia di Varese. Lo spettacolo è un omaggio alla memoria di giovani uomini e donne che hanno combattuto per la resistenza e la liberazione contro la dittatura e l’invasore, ma anche spunto per una nuova riflessione sui nuovi fascismi che ancora oggi si affacciano nella nostra società. Lo spettacolo si articola con momenti di lettura, teatro, musica, filmati di repertorio, foto dell’archivio Claudio Macchi.

Due attori racconteranno come voce narrante la cronologia dei fatti storici per accompagnare lo spettatore nel susseguirsi degli eventi. Ci saranno momenti teatralizzati di personaggi che metteranno in scena l’emozione e la memoria diretta dei fatti.

Si prevede la partecipazione diretta di alcuni studenti, designati dai docenti alla produzione, come lettori che in scena leggeranno brani degli episodi tratti dal libro di “Claudio” Macchi – Resistenza contro il nazifascismo nella zona di Varese. Saranno presenti gli ultimi partigiani ancora in vita della resistenza varesina che stimoleranno un dibattito con gli studenti a fine spettacolo.

Le scene saranno intervallate da momenti musicali con l’esecuzioni di brani della lotta partigiana.

Sono stati consultati per la stesura del copione i libri di: Francesca Boldrini, – Se non ci ammazza i crucchi ne avremo da raccontar – 2006, Antonio de Bortoli – A fronte alta – 1973, Angelo Chiesa – Racconti di vita e di lotta – 2003, Franco Giannantoni – Fascismo, guerra e società nela Repubblica Sociale Italiana – 1984, Franco Giannantoni – Comandante Remo, arrendetevi – 2004.

Info e prenotazioni: cantinateatro@gmail.com - tel. 3396177718

 

20 aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs