Varese

Varese, Davide Galimberti: ridisegniamo la città dal punto di vista dei bambini

Da sinistra Chicco Colombo e Davide Galimberti al De Filippi

Da sinistra Chicco Colombo e Davide Galimberti al De Filippi

Un tema spesso ignorato, ma che, a pensarci bene, è davvero fondamentale. Parliamo della città vista dal punto di vista dei bambini, dei loro diritti, delle loro esigenze. Un tema al centro, nel pomeriggio, al De Filippi di Varese, di un’iniziativa dal titolo “Prima i bambini”, con la partecipazione del candidato sindaco del centrosinistra, Davide Galimberti. Tanti i partecipanti, soprattutto candidati della lista dello stesso Galimberti.

L’iniziativa è stata organizzata da Chicco e Betty Colombo, che da anni si dedicano al teatro per i più piccoli. E’ stato Chicco Colombo ad elencare una serie di spunti per ridisegnare la città a misura di bambino. “Occorre disegnare una mappa di risorse e realtà che lavorano su questo fronte. Ma soprattutto va riservata un’attenzione nuova ai più piccoli”.

Dopo una serie di interventi dei presenti, ha preso la parola Galimberti. “Dopo chi ha governato in questi anni, noi vogliamo dare una svolta fatta di competenza e lungimiranza e si può realizzare una volta terminata questa fase di ascolto, nei quartieri, ma anche qui stasera”. Ma soprattutto, ha continuato Galimberti, occorre “fare proposte fattibili, valorizzando ciò che già c’è, i tanti tesori che ci sono a Varese”. Il candidato sindaco ha confessato che “i miei due figli, di 6 e 7 anni, sono stati la molla più grossa per metterci la faccia e accettare la sfida delle elezioni”.

Galimberti è poi sceso nel merito: è partito dalla Biblioteca dei ragazzi che a Varese è intitolata a Gianni Rodari: “per i ragazzi è un luogo attraente, ma se fosse portato in un luogo diverso, più visibile, sarebbe ancora più utile”. La parola-chiave è quella della valorizzazione, anche del Castello di Masnago: “ottomila i visitatori in un anno, e sono davvero pochi”. Galimberti si è poi soffermato sui quartieri: “è importante curarli di più e meglio, dato che sono i luoghi più importanti per i bambini”. Tra le proposte rilanciate dal candidato sindaco un “teatro per l’infanzia”, magari collocandolo in spazi da recuperare come il Vittoria.

“E’ fondamentale – ha concluso Galimberti – che si riservi grande attenzione ai cittadini più deboli a Varese. Ed è per questo che nei prossimi giorni organizzeremo iniziative dedicate a disabili ed anziani”.

18 aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs