Varese

Varese, “Testa tra le nuvole”, torna il musical, ma ora la musica è “live”

Un momento del musical al Teatro Ucc

Un momento del musical al Teatro Ucc

Partono in musica i festeggiamenti per i 30 anni di attività del Centro Gulliver di Varese. Con il musical “Testra tra le nuvole” andato in scena al Teatro Ucc di piazza Repubblica (anzi tornato a due anni dal debutto), sono iniziati gli appuntamenti per ricordare la storia del Gulliver.

Il musical racconta una storia divertente, da un’idea di Daniela Crisafulli, e che vede come autori Daniela Crisafulli, Paolo Franchini, Luca Fraula e Lara Bartoli. Ma oggi nella replica c’è stata una novità: la musica è stata eseguita dal vivo, dietro le quinte, dalla band Skassakasta, che appare ogni settimana nella trasmissione tv di Gianluigi Paragone “La gabbia”.

Prima di iniziare, il musical è stato preceduto da un breve video con i saluti dell’attrice Elisabetta Pellini, testimonial per i festeggiamenti in occasione dei 30 anni del Gulliver. Poi ha preso la parola Sonia Milani, che dirige l’associazione 23&20, che ha invitato sul palco don Michele Barban, fondatore e anima del Gulliver, il quale ha ricordato il lungo percorso della comunità, le diffidenze iniziali, le tante proposte organizzate negli anni, l’attività a favore di tanti ragazzi e ragazze. Dopo di lui è salito sul palco Giovanni Daverio, direttore generale della Direzione Generale Reddito di Autonomia e Inclusione sociale, e poi il sindaco Attilio Fontana e l’assessore alla Cultura Simone Longhini.

Il musical è simpatico e racconta la vita di una piccola e agguerrita redazione, quella americana della rivista “Gossip & News”, che cammina tra competizioni e piccoli amori, notizie ordinarie e straordinarie. Una cattivissima vicedirettrice Sidney Stender, accompagnata dall’immancabile assistente Betty, tiene sotto scacco la redazione, che viene stravolta dalla notizia che un solo giornalista seguirà il concerto a Las Vegas del grande rocker Tony Fulmini. A questo punto tutti si mettono in lizza, ma alla fine la sorte premierà i buoni sentimenti. 

Bravi gli interpreti, il musical fila via veloce. Ripetiamo che tra i migliori interpreti si confermano Claudia Paccagnan e la brava Lia Locatelli, mentre l’oscar della simpatia va ad Alessio Barcellini.

 

17 aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Varese, “Testa tra le nuvole”, torna il musical, ma ora la musica è “live”

  1. Magda il 18 aprile 2016, ore 15:45

    Il Centro Gulliver svolge da sempre un’azione meritoria verso i più bisogni e sfortunati. Merita tutto il nostro plauso e auguri per cento di queste ricorrenze.

  2. Samuele Garrod il 18 aprile 2016, ore 21:46

    Bellissimo spettacolo e bravi tutti!

  3. Samuele Garrod il 18 aprile 2016, ore 21:47

    Mi sono divertito moltissimo e vorrei proporre una riflessione in merito al ruolo del nostro teatro.

    Proprio in virtù dello spettacolo a cui ho assistito ieri e di cui ho apprezzato la bravura e la professionalità di tutti gli interpreti e in particolar modo di Sidney, del Direttore, di Maurice, del divertente Paul e della simpaticissima Betty, credo che la nostra città non solo meriti un grande teatro in cui ospitare spettacoli e concerti ma anche di un teatro di produzione. Sono convinto che vi siano tutte le professionalità e capacità necessarie oltre che dei bravi artisti: il cast era accompagnato ieri da una band di bravissimi musicisti. Certo è necessaria una certa dose di coraggio e anche in questo campo la politica deve fare la sua parte: non basta sfilare sul palcoscenico per i saluti di rito. Immaginate la bellezza di avere in Città un teatro che offre a tanti giovani di talento la possibilità di far parte di progetti culturali e artistici. Immaginate la vitalità che tutto questo potrebbe dare, immaginate addirittura che Varese diventi un punto di riferimento. Io non credo sia utopia.
    Spero davvero che il coraggio che i fondatori del Centro Gulliver hanno dimostrato e dimostrano da 30 anni a questa parte diventi il coraggio di una città intera.

  4. Matteo Torre il 19 aprile 2016, ore 10:01

    Bello e divertente e poi bravissimi a livello canoro.

Rispondi

 
 
kaiser jobs