Varese

Varese, L’auto elettrica fa girare la campagna elettorale. Con De Simone e Galimberti

Auto elettrica al Twiggy

Auto elettrica al Twiggy

Auto elettrica, mobilità dolce, risparmio energetico entrano nella campagna elettorale di Varese. Una serata al Twiggy dedicata al trasporto ecologico, quella organizzata da Dino De Simone nell’ambito del suo “Progetto ConcittaDino” e che ha visto protagonista il candidato sindaco del centrosinistra, Davide Galimberti. A spiegare gli orizzonti futuri della mobilità l’ingegner Giuseppe Mauri della Rse spa (Ricerca sul Sistema Energetico), società del gruppo Gse che si occupa di efficienza energetica.

Mauri ha affrontato le prospettive che si stanno delineando. Grande il risparmio di energia e, nel contempo, significativo il risparmio economico (12mila km con 600 euro): ecco le principali caratteristiche dei veicoli elettrici, vera frontiera del futuro della mobilità. Veicoli che sono commercializzati da cinque anni.

Un capitolo importante della riflessione di Mauri tutto il sistema di incentivi che, da parte delle istituzioni, sono messi in campo in favore della mobilità dolce. Incentivazioni che riguardano soprattutto progetti relativi alla ricarica delle auto elettriche. Dai grandi progetti, come quelli che vengono premiati da un bando di Regione Lombardia, a quelli che sono relativi ai privati.

Mezzi ecologici che, anche grazie all’intervento delle istituzioni, possono costituire una valida alternativa al traffico privato di oggi. Ma qui entra in gioco la politica, le sue scelte, il suo modo di guardare alla mobilità cittadina, come hanno rimarcato Dino De Simone e Alberto Minazzi di Legambiente. “Soprattutto sfruttando un adeguato Piano della mobilità sostenibile di cui il Comune non si è ancora dotato”, ha concluso De Simone.

 

 

13 aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs