Fontana

Varese, Patto di continuità taglia-slot tra Fontana e Orrigoni

Da sinistra Monti, Orrigoni e Fontana nella sede della Lega

Da sinistra Monti, Orrigoni e Fontana nella sede della Lega

“Sul tema del contrasto alle slot machine presentiamo oggi il patto di continuità: continuiamo sulla strada del taglio!”. Così il consigliere regionale della Lega Nord, Emanuele Monti, ha presentato oggi l’iniziativa “Diamo un taglio alle slot machine” con il candidato sindaco del centrodestra Paolo Orrigoni, il sindaco Attilio Fontana e l’assessore al Commercio Sergio Ghiringhelli.

“Nel 2013, come gruppo regionale della Lega Nord, insieme al presidente Maroni, con tutta la maggioranza, abbiamo fatto passare una legge molto importante sulla ludopatia – ha detto Monti – che va contro al gioco di azzardo e va a cercare di limitare la proliferazione delle slot machine che continuano a rovinare la vita di migliaia di cittadini lombardi. Il sindaco Attilio Fontana a Varese è stato un paladino”.
“Anzi un precursore – ha precisato Fontana -, il nostro provvedimento è stato impugnato davanti al Tar, e il Tar ci ha dato torto, poi grazie alla Regione Lombardia abbiamo avuto la nuova legge”.
“Il lavoro di Fontana e della giunta è stato un esempio per tutta la Regione” ha aggiunto Monti. “Oggi è l’occasione per un passaggio di testimone importante con Paolo Orrigoni: il centrodestra da sempre si è battuto su questo tema, e l’auspicio è continuare a lavorarci”.
Secondo Fontana bisogna cercare “di mantenere una regolarizzazione, evitare che questo folle Governo riprenda in esame la scelta fatta nell’attuale legge di stabilità di aprire altre 20 mila case gioco. Grazie al cielo alla fine hanno avuto un ripensamento, ma se avevano avuto quest’idea…non è escluso che questa idea possa ritornare.Tutta le politica del Comune di Varese è andata prima con l’ordinanza e poi come dice l’assessore Ghiringhelli nel Piano del Governo del territorio sono state messe e sono vigenti normative, paletti che tendono a ridurre il proliferare delle slot”.
Il candidato sindaco Orrigoni ha commentato: “Come non si può essere d’accordo con questi provvedimenti: bisogna
assolutamente difenderli. Solo interessi diversi, di natura economica, contro i valori delle persone e delle famiglie possono portare a vedere la situazione in modo diverso da come ha spiegato Attilio Fontana. E’ un dovere presidiare, in questo modo, questo importante tema”.

10 aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs