Varese

Varese, Debora Serracchiani fa il tifo per Galimberti ed elogia il governo

Un momento dell'intervento della Serracchiani. Accanto a lei Galimberti

Un momento dell’intervento della Serracchiani. Accanto a lei Galimberti

Affollato incontro, questa sera al De Filippi a Varese, con la partecipazione di Debora Serracchiani, vicesegretaria nazionale del Partito Democratico. La Seracchiani era reduce da un viaggio per tutta la provincia, a sostegno dei candidati sindaci del centrosinistra. Così, dopo Busto Arsizio e Gallarate, la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia è giunta a Varese per partecipare all’incontro con il candidato sindaco Davide Galimberti. Insieme alla Serracchiani al tavolo si sono seduti anche il segretario provinciale Samuele Astuti e il segretario cittadino Luca Paris.

L’incontro era dedicato al tema donne e politica. Prima della Serracchiani hanno preso la parola Francesca Ciappina, Luisa Oprandi e Rossella Di Maggio. La Di Maggio ha auspicato “una città declinata al femminile” capace di dare vita a “percorsi di flessibilità soprattutto per quanto riguarda mobilità e lavoro”. Ha concluso rivolgendosi a Galimberti: “Non siamo le donne del sindaco, ma sosteniamo un sindaco dalla parte delle donne”.

E’ dunque intervenuto lo stesso Galimberti. “Sono tante le donne che incontro nel corso del mio tour nei quartieri, e tutte mi chiedono più attenzione alle cose quotidiane”. Il candidato sindaco del centrosinistra ha ribadito che formerà una giunta “con almeno il 50% di donne”. “Non ho sentito analoghe dichiarazioni da parte di altri candidati – continua Galimberti -, e quindi non c’è la stessa attenzione e sensibilità verso questo tema”. Tra le politiche femminili Galimberti ha elencato il bilancio di genere, più risorse in favore dei servizi più importanti per le donne, come quelli a sostegno degli anziani o i servizi parascolastici. Politiche che devono comunque vedere il Comune in grado di fare sistema tra soggetti diversi, dalla pubblica amministrazione al volontariato.

E’ infine intervenuta Debora Serracchiani, che ha parlato soprattutto del governo, delle riforme, del partito di cui è vicesegretaria. “Se in tutto questo fossimo accompagnati da un partito che non litiga sarebbe tutto più semplice”, ha detto la Serracchiani. Nessuna traccia, nell’intervento della vicesegretaria, delle tensioni e delle difficoltà, oltre che del quadro pesante che stanno emergendo dopo le dimissioni del ministro Federica Guidi. Invece la Serracchiani ha dipinto un Paese in forte ripresa, così come l’economia. Giudizi positivi anche sulle riforme e sul fatto che, a differenza della vecchia sinistra, “qui non si parla, si parla, si parla e poi non si decide nulla”. A conclusione del suo intervento, la Serracchiani ha dichiarato: “A Varese bisogna vincere, questa volta è possibile. Un paio di buone scarpe per tutti, e più che i social è importante stringere la mano ai cittadini”.

 

 

8 aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs