Varese

Varese, Presidio della Lega anti-moschee. Monti: continuiamo sulla linea di Fontana

Il consigliere regionale Emanuele Monti

Il consigliere regionale Emanuele Monti

Gazebo in zona stazioni della Lega Nord per lanciare il Patto della Ragione, un titolo che è stato ricavato dai libri di Oriana Fallaci. Volantinaggio e contatto con i passanti per anticipare i contenuti di un patto che, come sottolinea Emanuele Monti, neo-consigliere del Pirellone, “al momento è un patto tra istituzioni, ma che deve essere condiviso dal basso, dalla gente comune”.

Continua Monti: “Nessuno di noi vuole opporsi al diritto di sposare una religione, ma vogliamo opporci ad una presenza in città che, magari dietro all’apparenza di una moschea, si dà spazio ad idee e progetti in contrasto con la nostra cultura e le nostre leggi, Insomma, non vogliamo che Varese diventi una nuova Bruxelles”.

“Stop dunque alla diffusione incontrollata delle moschee – continua Emanuele Monti -, come è accaduto finora con la giunta Fontana. Come Lega Nord affideremo, la prossima settiamana, questo nostro patto al candidato sindaco del centrodestra Paolo Orrigoni, e alla coalizione che sostiene la sua corsa verso Palazzo Estense. Vogliamo impegni espliciti a continuare sulla stessa strada già segnata dall’amministrazione guidata da Fontana”.

Presenti al presidio leghista anche tre assessori della Lega, Maria Ida Piazza, Carlo Piatti e Sergio Ghiringhelli, oltre al segretario cittadino Marco Pinti e al coordinatore dei Giovani Padani, Davide Quadri.

2 aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs