Varese

Varese, Cortisonici elettorale, con Orrigoni e Galimberti. Ma non si incontrano

Galimberti con Minidio

Galimberti con Minidio

La sfida elettorale per Palazzo Estense approda ai Cortisonici, popolare manifestazione del cinema corto che si sta svolgendo a Varese. Paolo Orrigoni, candidato del centrodestra, e Davide Galimberti, candidato del centrosinistra, sono intervenuti entrambi alla serata di ieri dedicata ai corti. Eppure non si sono incontrati, come nelle migliori sfide per il voto.

Serata sold out, al Teatro Nuovo di Varese, con platea e galleria piene di amanti del cinema. Tutti a votare, con appositi gettoni cortisonici, la pellicola più bella, più divertente, più furbetta. Una “somninistrazione” lanciata dal palco dal patron del festival, Massimo “il Lazza” Lazzaroni, che con tono divertente e accattivante, e affiancato dal più riflessivo Matteo Angaroni, ha proposto i video selezionati. In sala, accompagnato dal leghista Marco Pinti, si è seduto Paolo Orrigoni, esordiente alla manifestazione dei corti.

“Una bella manifestazione – ha detto uscendo alla conclusione della serata -, davvero un’iniziativa che merita sostegno. E bello anche il clima, con tanti giovani”. Inevitabile domandargli quale il corto della serata più bello: “Devo dire che più che il cinema, sono un grande amante della musica…”. Ma il cronista domanda se parteciperà, tra pochi minuti, alla notte dell’Inferno, quando ci saranno corti abbinati ai vari candidati… “No, vado a casa perchè poi domani si lavora…e per i supermercati il sabato si lavora di più”.

Dunque parte, dopo pochi minuti, alle Cantine Coopuf, la notte dell’Inferno, “agevolata” da due super-anchormen della risata, i due Pippi Baudi del trash, i due inviati speciali del divertimento, Andrea Minidio e Carletto Prevosti. Viene distribuita una scheda per votare il corto migliore, ognuno abbinato ad un candidato. Arriva il candidato del centrosinistra, Davide Galimberti, che prima di vedere il suo corto e spendere qualche parola, è costretto a sorbirsi il corto di apertura, naturalmente abbinato all’unica candidata donna, Jie, la ragazza cinese protagonista del trailer di questa edizione: la notte si apre con un tedesco “Clitorissima”, serie di racconti di donne di tutte le età sulla parte intima come dal titolo. Corto ironico e ben fatto.

Poi arriva il secondo corto, “Voltage”, spagnolo, dedicato ad un ragazzo che si fa male da solo, un Tafazzi in salsa mediterranea. “Un po’ come la sinistra”, incalza il diabolico Minidio con Galimberti. “Sì, ma stavolta non accadrà…” risponde lesto il candidato. Che subito dedica alcune parole alla cultura e alla necessità di un suo rilancio in città. E così anche Cortisonici si bella un altro bell’elogio. Ma poi tutto prosegue, e la notte infernale va avanti, come un caterpillar…o come un incubo cinefilo….

2 aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Cortisonici elettorale, con Orrigoni e Galimberti. Ma non si incontrano

  1. giabalestra il 7 aprile 2016, ore 18:34

    Buongiorno,mi chiamo Gia Balestra e ho prodotto e diretto Clitorissima,sono cittadina italiana e Clitorissima è stato girato a Berlino.La missione di Clitorissima è normalizzare e facilitare la prima conversazione tra madre efiglia sulla clitoride e sulla consapevolezza della Clitoride

Rispondi

 
 
kaiser jobs