Varese

Varese, Tre candidati sindaci riflettono sul documento “elettorale” della Chiesa

Un momento del confronto al De Filippi

Un momento del confronto al De Filippi

Tre candidati sindaci erano presenti, ieri sera, al De Filippi, per partecipare all’incontro dal titolo “Promuovere una convivenza umana e solidale” incentrato sul documento della Chiesa milanese “Per la città” in vista delle prossime elezioni amministrative. Arrivano in ordine sparso, prima dell’inizio dell’incontro, il candidato del centrosinistra, Davide Galimberti, al termine della lunga giornata a Belforte, e il candidato civico Stefano Malerba, seguiti a ruota dal candidato del centrodestra, Paolo Orrigoni. Ma non sono gli unici politici presenti in sala, in questo incontro in cui si riflette sulla nota della Chiesa relativa alle vicine scadenze elettorali.

Ad ascoltare le parole di monsignor Luca Bressan, vicario episcopale per la carità, la cultura, l’azione sociale e la missione, oltre che varesino di Velate, sono arrivati al De Filippi anche il presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, Ncd, insieme ad altri esponenti Ncd come Giovanni Chiodi e Stefano Crespi. Numerosi anche gli uomini del Pd: oltre a Galimberti, il segretario cittadino Luca Paris, Roberto Molinari, Emilio Corbetta. Presente anche Leslie Mulas di Orizzonte Ideale.

Una nutrita schiera di politici per ascoltare la preoccupata analisi del presente di monsignor Bressan, affiancato dal decano don Mauro Barlassina e dal prevosto monsignor Luigi Panighetti. Bressan riassume e ripercorre il documento della Chiesa dell’arcivescovo Scola. “C’è bisogno rilanciare la nobiltà e la dignità della politica”, dice Bressan, dopo che, come ricorda il passo iniziale del documento, “il tema della politica e della amministrazione pubblica è stato troppo a lungo censurato nei confronti interni alla comunità cristiana”. Cosa possono fare i credenti rispetto alla politica? Bressan ricorda che occorre “rispolverare la tradizione”, poi “sviluppare pensiero e conoscenza per interpretare il presente”, “impegnarsi in politica, non solo al momento delle elezioni” e “portare la visione propria del cristianesimo”.

Numerosi gli interventi seguiti alla relazione di monsignor Luca Bressan. Interviene Pino Terziroli, che dice che è fondamentale accettare la sfida dei nuovi social per comunicare. Parlano anche Caterina Cazzato, funzionaria presso la Direzione territoriale del lavoro, Gregorio Navarro, ex assessore ed esponente della Caritas, e Leslie Mulas. Fa un ragionamento sui corpi intermedi il presidente Raffaele Cattaneo: “Si trovano schiacciati tra un tentativo di indebolirli da parte del governo e la loro stessa debolezza”. Interessante anche l’intervento del prevosto Panighetti: “Resta fondamentale il ruolo della formazione, come confermò l’esperienza delle Scuole di formazione politica della diocesi di Milano”.

1 aprile 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs