Varese

Varese, Possibile: appello ai candidati sindaci sul referendum anti-trivelle

possContinua anche nel weekend di Pasqua la mobilitazione di Possibile, il nuovo soggetto politico fondato da Pippo Civati, a sostegno del sì al referendum contro le trivelle del 17 aprile.

Dalle ore 10 alle 18 di sabato 26 marzo ci sarà un gazebo in piazza XX settembre per informare i cittadini e promuovere le ragioni del sì per fermare progressivamente le trivellazioni in mare entro le 12 miglia marine.

“Innanzitutto è una questione di democrazia – spiega Jacopo Zocchi, portavoce del comitato Alex Langer di Possibile – le scelte dei cittadini devono essere informate e chi fa campagna per l’astensione non rende un buon servizio alla Repubblica. Farlo poi su un referendum chiesto da ben 9 regioni su 20 è uno schiaffo alle comunità locali che queste rappresentano. La politica deve tornare vicino ai cittadini e noi saremo in piazza per confrontarci, discutere e informare”.

Zocchi poi amplia il discorso e arriva alle elezioni amministrative di giugno, chiedendo ai candidati sindaco di non restare indifferenti: “Le decisioni che verranno prese attraverso questo referendum impatteranno fortemente sulle comunità locali interessate: oggi vale per chi vive vicino al mare domani potrebbe toccare a noi. Sbaglia chi dice che un sindaco di certe questioni non si dovrebbe occupare. Per questo lanciamo un appello e una sfida ai candidati sindaco di Varese: in tutti i vostri programmi parlate di ambiente e preservazione, ora avete l’opportunità di passare dalle parole ai fatti. Sabato venite in piazza con noi e dimostrate concretamente che la vostra attenzione all’ambiente non è solo un bluff da campagna elettorale. Potete farlo senza paura di strumentalizzazioni, se è quello che vi frena: noi siamo fuori dalla campagna elettorale cittadina e soprattutto il referendum, che affronta una questione concreta, non appartiene a nessun partito bensì a tutti i cittadini”.

25 marzo 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs