Varese

Varese, Giornata Mondiale Poesia, la Szymborska rivive grazie ad Estro Versi

Il momento finale dello spettacolo

Il momento finale dello spettacolo

In occasione della Giornata Mondiale della Poesia ieri sera, presso la Stecca di Villa Baragiola, è andata in scena la grande poesia. Si è infatti svolto un evento dal titolo “Brindisi alla follia“, dedicato alla polacca Wislawa Szymborska, poetessa fra le più amate nel mondo, vincitrice del Nobel per la letteratura nel 1996, morta all’età di 88 anni.

Ad organizzare questo evento (un mix tra racconto, biografia, reading e performance) l’associazione di Sara Pennacchio, Estro-Versi, in collaborazione con il Comune di Varese. Lo spazio si è presto riempito di amanti della poesia, che a Varese sono numerosi ed attenti, come ha dimostrato il folto pubblico presente ieri sera a Villa Baragiola.

Un evento che ha ripercorso le varie fasi della vita della poetessa. A fare da filo conduttore l’ottimo Nicola Tosi, che adagiato a terra e sfogliando la biografia, offriva elementi relativi alla vita e all’opera della poetessa. Una vita e un’opera che si sono svolte nel “secolo breve”, a contatto bruciante con le narrazioni ideologiche che spesso finivano per reprimere la cultura.

Dall’altra parte della scena, con un sorriso che appariva improvviso ed ironico, la lettura del discorso per il ricevimento del Nobel, una lettura fatta dalla brava Eugenia Marcolli.

Ma il vero cuore pulsante della serata erano i versi della poetessa, che in vita ha scritto parecchio (come testimoniano i due volumi azzurri delle edizioni Adelphi), Problema, dunque, per un’autrice come la Szymborska era anche la selezione dei testi, su cui si potrebbe discutere a lungo (noi avremmo fatto scelte diverse). Testi eterogenei, come l’evento ha rimarcato. A leggere in maniera inappuntabile alcuni di questi testi la poetessa Xania Luce, che si potrebbe dire abbia letto col cuore.

Piccola apparizione anche dell’artista Silvio Monti che, con la consueta ironia, si è soffermato su una propria opera che, la poetessa, via sms, lo ha consigliato di chiamare “uovo alla coque”.

Testi letti anche dalle giovani allieve dell’Icma di Busto Arsizio, Cathrine Almendrala, Luna Fedele e Celeste Casarotto. La regia è stata curata da Renzo Carnio, lo stesso Tosi e Massimiliano Silvestri.

 

 

 

 

22 marzo 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs