Milano

Milano, Affordable Art Fair, Alberto Lavit: positiva la trasferta milanese

Alberto Lavit alla mostra milanese

Alberto Lavit alla mostra milanese

Si è chiusa oggi la sesta edizione dell’Affordable Art Fair - fiera d’arte accessibile, che ancora una volta si è tenuta al Superstudio Più di via Tortona a Milano. Una vetrina che, nel giorno finale, è stata visitata da un folto pubblico di addetti ai lavori, galleristi, ma anche giovani artisti e semplici curiosi.

Tra gli 84 galleristi che quest’anno erano presenti alla rassegna d’arte dove si trovavano opere dai 100 ai 6mila euro non mancavano i varesini. Come nel caso di Monica Guadalupi Morotti, proprietaria di una galleria a Villa Morotti, a Daverio. Presente anche lo Spazio Lavit, che in questi giorni ha ricevuto diverse visite, proposto opere ed autori, incontrato artisti e galleristi. Sei gli artisti presenti nello stand di Alberto Lavit, affiancato dalla brava Laura Orlandi: Feroci, Fiorellini, Monti, Penna, Spagnoli e Tomaino.

Come è andata? “E’ andata bene, abbiamo proposto con successo diverse opere e ci siamo fatti conoscere da tanti che ci hanno visitato”, risponde Alberto Lavit. Nel pomeriggio di oggi allo stand era presente Paolo Fiorellini, uno degli artisti che hanno esposto nello spazio varesino, protagonista dell’installazione sulla Torre Civica a Varese, dalla quale faceva capolino una grande scultura, da molti considerata un marziano.

“Si tratta di una mostra che ci consente da un paio di anni di allargare i confini della nostra galleria – continua Lavit -. Ma stiamo anche pensando, dopo l’esperienza di quest’anno, di valutare anche rassegne più grandi, milanesi, emiliane, venete”. Riflessioni che nascono dall’esigenza di fare ulteriori passi verso la diffusione dell’arte e degli artisti a Varese e fuori. In preparazione allo Spazio Lavit (inaugurerà il 2 aprile) la personale del fotografo varesino Giacomo Vanetti.

FOTO

20 marzo 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs