Varese

Varese, “Prima del buio”, sette artisti guardano alla notte per 24 ore

Artisti in mostra

Artisti in mostra

Un vecchio laboratorio industriale si è trasformato in spazio espositivo in cui hanno trovato una vetrina le opere di sette artisti. Titolo della mostra, ospitata presso l’atelier di Angelo Zilio in via Lazio a Varese, “Prima del buio”. Un tema interessante, quello della mostra, che offre all’arte quel punto di passaggio, quel ponte tra giorno e notte, tra luce e buio.  Artisti in mostra  Luca Lischetti, Angelo Zilio, Stella Ranza, Monica Mazzonelli, Giorgio Presta, Maria Elena Danelli, Gaetano Blaiotta, con opere presentate al pubblico solo per 24 ore.

Un tema interessante, quello della mostra, che offre all’arte quel punto di passaggio, quel ponte tra giorno e notte, tra luce e buio. Uno spazio intermedio che i sette artisti in mostra hanno abitato con opere diverse, dai diversi significati, che peraltro si possono scorgere nel bel cataloghino – realizzato a mano in sole 49 copie – curato da GaEle Edizioni.

Così accade che nella mostra sia presente un’opera di Stella Ranza, davvvero suggestiva, dal titolo “Il canto della luna”, con una maschera bianca appesa ad un tronco che, in realtà, è una scultura appena abbozzata da un antico scultore. “Dafne” di Monica Mazzonelli rappresenta una farfalla che potrebbe apparire anche come una silhouette femminile. Angelo Zilio scompone una figura umana nella sua installazione “Si fece buio su tutta la terra”, un titolo che evoca la pagina sacra. Per Luca Lischetti nello spazio intermedio si passa dalla scimmia all’uomo e viceversa. “Ferita dalla luce” è la scultura di Giorgio Presta, mentre Maria Elena Donelli chiama, prima del buio, la figura di Caino, che ci lascia un messaggio drammatico affidato ad un frammento di tela. Installazione di Gaetano Blaiotta angeologica: le creature alate abitano il passaggio tra la luce e il buio. Ma, come domanda Blaiotta, “sono tutti custodi, gli angeli?”.

Una mostra che è un dialogo silenzioso per stare in attesa del buio senza disperare, ma cercando, ostinatamente, un senso per questo mondo insensato.

 

13 marzo 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs