Varese

Varese, Il civico Malerba visita il Molina: anziani soli, vera emergenza

Da sinistra Angelini, Malerba, Campiotti

Da sinistra Angelini, Malerba, Campiotti

Le campagne elettorali dei vari candidati in campo a Varese per Palazzo Estense, iniziano a caratterizzarsi. Temi ricorrenti, problemi rimarcati con più forza, questioni che stanno maggiormente a cuore.

Per quanto riguarda Stefano Malerba, candidato della Lega Civica, i temi sociali sono decisivi. Prima il tema della famiglia naturale con la partecipazione al Family Day, poi la questione dei frontalieri e dunque del lavoro, per finire, questa mattina, con il fronte degli anziani, dei loro bisogni, delle soluzioni migliori per loro in città. E quale luogo migliore, per trattare la questione, dell’Istituto Molina che, come ha sottolineato il presidente della Fondazione, Christian Campiotti, “costituisce una vera eccellenza di Varese”. “Sono molto lieto che per Malerba uno dei primi temi della campagna elettorale siano gli anziani a tutto tondo, gli anziani che sono presenti sul territorio”, ha dichiarato Campiotti.

Ad offrire un quadro della situazione è stato l’assessore a Famiglia e Persona, Enrico Angelini, certamente uno dei migliori assessori della giunta Fontana. Poche parole, ma indicazioni nette, numeri e percentuali, per comunicare l’immagine di una condizione, quella anziana, assolutamente fondamentale in città. Sono 20 mila gli over 65 (dunque il 25% dei varesini), mentre sono più di tremila gli over 85 (il 4% della popolazione in città). Infine due famiglie su tre sono composte da 1-2 persone (una tipologia che rappresenta il 65% delle famiglie). “In questo mondo vasto e articolato – ha detto Angelini – il nemico numero uno è la solitudine, un nemico che diventa ancora più pericoloso quando l’anziano incontra problemi di mobilità”. Angelini ha poi ricordato che a Varese sono circa 3000 le persone anziane sole, ma i servizi del Comune ne seguono solo 806. “Credo che in molti casi entri in gioco una forma di pudore che blocca l’anziano”, ha detto l’assessore.

Un tema forte, quello degli anziani, e di quelli soli in particolare, a cui il Comune risponde con una strategia diversificata, con più di 3 milioni di euro a bilancio (il 3,3% della spesa corrente). Si va dalla presa in carico da parte dei servizi comunali ai centri diurni integrati, dalla presa in affido di una anziano fino alle iniziative che riavvicinano ragazzi e anziani, come sta accadendo a San Fermo.

“L’anziano deve stare al centro dell’azione del Comune”, ha detto Malerba. “Può essere un’importante risorsa per il territorio e la questione della difficoltà a muoversi è uno dei problemi da risolvere”. Quanto alle risorse che vanno destinate a questa fetta della popolazione, Malerba si è detto consapevole delle difficoltà, soprattutto per i tagli alla spesa sociale fatti dal centro. “E’ necessario – ha dichiarato il candidato civico – aprire un ufficio in Comune che, a livello professionale e valorizzando risorse presenti in Comune, individui forme di finanziamento con bandi a tutti i livelli”. “Se la città non è solidale – ha concluso Malerba – perde di significato”.

 

 

 

 

 

 

 

 

12 marzo 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs