Varese

Varese, Allo Spazio Lavit si parla di Pop Art. E spunta una scultura dedicata alla città

Un momento della lezione di Laura Orlandi

Un momento della lezione di Laura Orlandi

Un’iniziativa, quella organizzata dall’Associazione Parentesi in collaborazione con lo Spazio Lavit, che continua a incontrare il favore del pubblico che, di fronte all’interrogativo del titolo (“Cos’è l’arte contemporanea?”), mostra interesse ed attenzione. E’ accaduto anche ieri sera quando la relatrice degli incontri, la storica dell’arte Laura Orlandi, ha affrontato la seconda tappa del ciclo che indaga gli artisti e le correnti dal 1950 all’arte di strada. Un incontro affidato alle parole, ma anche alle tante immagini proiettate sullo schermo e ad alcuni spezzoni di video in cui gli artisti vengono presentati da grandi critici, da Lea Vergine a Bonito Oliva.

Ieri sera, allo Spazio Lavit, folto pubblico e artisti con proposte diverse. All’appuntamento che ieri sera si è soffermato su Spazialismo, New Dada, Pop Art e Nouveau Réalisme, erano presenti anche lo scultore Giorgio Robustelli, che ha portato due formelle in ceramica stupende firmate da Lucio Fontana, e la poetessa Katia Catalano, che ha offerto la possibilità di scegliere un foglietto con alcuni suoi versi estraendolo da una piccola scatola di colore bianco. Allo Spazio anche le belle opere di Ester Maria Negretti, ancora in esposizione per qualche giorno. La “lezione” della Orlandi è stata trasmessa via streaming, un esperimento che lo Spazio Lavit sta realizzando per portare l’arte ad un pubblico sempre più ampio.

Tra le sorprese dell’incontro al Lavit di Varese la presentazione di una scultura che, su disegno dello stesso Alberto Lavit, è stata realizzata dall’artista Veronica Mazzucchi, un’artista che sta proseguendo un suo percorso artistico che si fa sempre più interessante. L’opera è dedicata ai 200 anni di Varese elevata a Città e rappresenta una figura stilizzata di donna che sta elevandosi, mentre il suo corpo disegna la “V” di Varese. Un’opera che rinvia all’appuntamento di cui domani sarà svelato il programma.

 

 

 

2 marzo 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs