Varese

Varese, Faccia a faccia leghista tra Fontana e Renzi. Ma senza Renzi

Pinti insiene a Maroni

Pinti insiene a Maroni

La Lega Nord Varese organizza per domani sera alle 21.00, nella sede di piazza del Podestà, in contemporanea con l’evento del Partito Democratico al Twiggy, un dibattito tra il sindaco Attilio Fontana e il premier Matteo Renzi sui tagli agli enti locali, che si terrà anche se Renzi non ci sarà.

Dichiara il segretario cittadino del Carroccio, Marco Pinti: “Se il PD varesino organizza un dibattito con il nostro candidato sindaco Paolo Orrigoni, anche senza la sua disponibilità a intervenire, non vedo perché non possiamo fare lo stesso con il premier Renzi.”

Prosegue il leghista: “In molti nel campo del centrodestra hanno stigmatizzato in questi giorni come scorretto l’atteggiamento del Partito Democratico che non solo pretende di dettare l’agenda agli altri, ma addirittura ha promosso il suo evento con locandine che ingannevolmente lasciano intendere la presenza del nostro candidato Orrigoni. Io – sottolinea Pinti – invece penso che tutto ciò non sia altro che il più surreale e buffo momento della politica varesina da tanto tempo a questa parte.”

“Per questo ci adeguiamo volentieri – ironizza – a questa nuova moda lanciata dai democratici varesini: il dibattito senza controparte. E puntiamo in alto, direttamente al Premier Renzi che dovrà rendere conto ad Attilio Fontana, nella sede in cui è nata la Lega Nord, di come il suo Governo abbia raggiunto il primato nei tagli lineari agli enti locali.”

“Sono così entusiasta di questo metodo di confronto – conclude Pinti –  che prescinde dalla presenza dell’avversario  che voglio applicarlo anche ad altri ambiti. Ad esempio potrei sfidare ufficialmente Micheal Jordan ad un “uno contro uno” presso i campetti di Masnago domenica prossima e se non si presenta festeggiare la mia vittoria a tavolino?”.

1 marzo 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Faccia a faccia leghista tra Fontana e Renzi. Ma senza Renzi

  1. roberto molinari il 1 marzo 2016, ore 14:14

    Della serie “caro Marco, stai sereno”…..

Rispondi

 
 
kaiser jobs