Cassano Magnago

Cassano Magnago, Blitz di Forza Nuova: “abbiamo vinto a Lepanto, vinceremo ancora”

Striscione in via Marconi

Striscione in via Marconi

Nella tarda serata di giovedì 25 febbraio i forzanovisti della Provincia di Varese hanno effettuato un blitz a Cassano Magnago, lungo la centrale Via Marconi, affiggendo uno striscione recante la scritta: “Abbiamo vinto a Lepanto, vinceremo ancora! Fuori l’Islam dall’Italia”.

Motivazioni del gesto spiegate dal responsabile provinciale Federico Russo: “analizzando la realtà attuale dei fatti ci rendiamo conto sempre più quanto il valore, il significato degli sforzi, delle vittorie del passato a difesa della civiltà e della tradizione venga insultato, svilito da uno Stato e da una classe politica complici di una vera e propria invasione. Esempio lampante è la nota vicenda cittadina che ha visto vittima una una giovane pakistana di oltre 5 anni di costrizioni, segregazione, abusi da parte dei suoi famigliari”.

“Grazie a Dio (il Nostro non certo il loro) – dichiara Russo – questa triste vicenda si è conclusa con l’arresto dei responsabili che scontata la pena devono essere espulsi a calci dai confini nazionali come devono essere allontanati tutti i soggetti che animano comportamenti, azioni, abitudini in contraddizione al nostro modus vivendi civile, occidentale e cristiano; in tale direzione chiediamo ufficialmente lo scioglimento della comunità islamica di Gallarate e di tutte le associazioni ad essa collegate. La povera ragazza grazie alla denuncia, a cui dopo più di un anno è seguito l’intervento delle autorità, ha riacquistato la libertà ma chissà quante sue affini di credo subiscono ancora in silenzio le stesse ingiustizie. Senza andare troppo lontano, a Busto Arsizio qualche mese fa una ragazzina mussulmana ha denunciato il fratello a seguito di continue minacce e percosse accusata di impersonare un condotta troppo occidentale”.

Per Russo “la vera battaglia non’e’ certo quella di fermarsi alla repressione dei fenomeni terroristici diretti da santoni apparentemente integerrimi ma che non sono altro che delle pedine controllate e dirette dal grande capitale ma è opporsi con ogni forza ad una vera e propria invasione religiosa, comportamentale, culturale prima che sia troppo tardi”.

Forza Nuova infine non risparmia critiche anche alla Lega Nord ed al centro destra: avvoltoi fiondatati sulla vicenda cassanese, ancora una volta a sproposito: “Salvini, l’europarlamentare Comi e tutti i loro sodali – conclude Russo –  hanno perso l’ennesima occasione per tacere macchiati da una indelebile e palese incoerenza politica e inconcludenza legislativa. Quando una preda è “succulenta” tutti i lupi vi si scagliano contro, ma vanno distinti quelli che nononstante le difficoltà, imperturbabili davanti all’oscurantismo mediatico e i processi di boicottaggio si sono sempre battuti in nome della verità con coerenza e determinazione dalla parte del popolo da quelli che invece, ciclicamente, concluso il percorso di opposizione impersonano le vesti di pecora in maggioranza”. 

26 febbraio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs